I sogni fanno il nido

Egon Schiele ⋯ Nell’assopita e buia caverna della mente, i sogni fanno il nido con i frammenti caduti dalle carovane del giorno. ⋯

Bisogno di immagini in armonia

⋯  ⋯
Oggi ci sono pochissime persone in questo mondo che lottano per il bisogno di immagini adeguate.
Abbiamo assolutamente bisogno di immagini in armonia con la nostra civiltà e il nostro profondo intimo.
A volte bisogna andare nel mezzo di una guerra, o ovunque sia ⋯

Memoria persa

Egon Schiele ⋯ Qualcosa me han detto
la sera e la montagna.
Ma l’ho perduto. ⋯

Indifferenza della natura

⋯  ⋯
La natura del mondo è l’assoluta indifferenza, e dovere del filosofo è quanto meno essere simile alla natura del mondo, continuando a essere l’uomo che non potrà smettere di essere: la coerenza, la misura e l’obiettività hanno questo prezzo. Tutti i problemi sarebbero risolti ⋯

Eros incerto

Egon Schiele ⋯ Chi tace o non sorride dopo l’amore, degrada Eros. ⋯

Il lungo giorno

⋯  ⋯
Un giorno Sua Eccellenza il Conte andò nei campi a sorvegliare il lavoro dei suoi servi. Essi lavoravano diligentemente da mattina a sera, ma a Sua Eccellenza non parve abbastanza. Il giorno era troppo corto per i suoi gusti. Perciò radunò la gente e ⋯

Ho imparato a tacere

Egon Schiele ⋯
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che ⋯

Il mondo ci sfugge

⋯  ⋯
Ecco l’estraneità: accorgersi che il mondo è “denso”, intravedere fino a che punto una pietra sia estranea e per noi irriducibile, con quale intensità la natura, un paesaggio possano negarci. Nel fondo di ogni bellezza sta qualche cosa di inumano, ed ecco che le ⋯

Colpa dei propri mali

Egon Schiele ⋯ Incolpare gli altri dei propri mali
è tipico di chi non ha educazione
filosofica; chi l’ha intrapresa incolpa
se stesso; chi l’ha completata non
incolpa né gli altri né se stesso. ⋯

Manifesto di Cartagena

⋯ Simón Bolívar ⋯ Memoria indirizzata ai cittadini della nuova Granada da un caraqueño [Concittadini] Liberare la nuova Granada dalla sorte del Venezuela e redimere questa da ciò che patisce, sono gli obiettivi che mi sono proposto in questa memoria. Degnatevi, oh miei concittadini, di accettarla con indulgenza ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi