Archivi mensili:aprile 2018

Vogliamo quello che manca

Egon Schiele • Meloni
Quando siamo invitati ad un banchetto, prendiamo quel che c’è e se uno domandasse al padrone di casa che, invece di quello che c’è, gli venga servito del pesce o dei dolci, parrebbe uno stravagante. Tuttavia, nella vita, vogliamo dagli dei quello che non ⋯

I ciechi e l’elefante

I ciechi e l'elefante
C’era una volta un re che ordinò al suo ministro: Riunisci in una piazza tutti gli uomini del regno, che sono ciechi fin dalla nascita!. Il ministro eseguì l’ordine e quindi lo annunziò al re. Questi si recò sulla piazza, dov’erano riuniti i ⋯

La poca buona gente

Egon Schiele Non è mica la morte che importa, è la tristezza, è la malinconia. Lo stupore. Le poche buone persone che piangono nella notte. La poca buona gente. ⋯

Preparare una gloria lontana


Per scoprire le migliori regole di società, quali possono convenire alle nazioni, sarebbe necessaria un’intelligenza superiore che vedesse tutte le passioni senza provarne alcuna, che non avesse alcun rapporto con la nostra natura pur conoscendola a fondo, che avesse, indipendentemente da noi, una propria ⋯

Quei domani attesi

Domani, tutto sarebbe stato ancor meglio!
Ma i giorni passavano,
la vita passava, e il meglio non arrivava.
Quei domani continuamente attesi,
e che continuamente, chissà perché, deludevano. ⋯

Unica protezione possibile


Una certa rassegnazione è implicita nella volontà di affrontare la verità riguardo a noi stessi; questa rassegnazione, anche se nei primi momenti può implicare una certa sofferenza, alla fine diventa una protezione, in realtà l’unica protezione possibile, contro le delusioni e le sconfitte alle ⋯

Perdere -mutando- la realtà


Voi pregiate sopra ogni cosa e non vi stancate mai di lodare la costanza dei sentimenti e la coerenza del carattere. E perché? Ma sempre per la stessa ragione! Perché siete vigliacchi, perché avete paura di voi stessi, cioè di perdere -mutando- la realtà ⋯

Teorie chimeriche


I filosofi considerano le passioni che ci travagliano come vizi dei quali gli uomini cadono vittime per propria colpa; ed è per questo che hanno l’abitudine a deriderle, deplorarle, biasimarle, o (se vogliono essere considerati più devoti) di maledirle. Essi si ritengono pertanto di ⋯

Incredibilmente immaginaria

Io invece sono immaginaria,
incredibilmente immaginaria,
immaginaria fino al midollo. ⋯

Faccia tosta!


Contrariamente a tutti i filistei neoliberali che sostengono io sia un determinista economico – detto dalle teste di legno che vanno in giro a dire che i mercati sono alla base della libertà, che faccia tosta! – ho spiegato che quando la borghesia è ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi