Egon Schiele ⋯
Assapora il Rosso! Fiuta bianchi venti cullanti, osserva l’universo: guarda il sole, le stelle che gialle scintillano, finché ti senti appagato e devi chiudere gli occhi. Mondi cerebrali ti circondano di faville nei tuoi recessi. Lascia vibrare in te le dita interiori, tasta quell’elemento che devi cercare quando barcolli assetato, siedi balzando, giaci correndo, sogni giacendo, vegli sognando. Febbri divorano fame e sete e malavoglia, il sangue scorre e congiunge.

Crediti
 • Egon Schiele •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Sapere di non essere
92% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Cosa intendo quando dico solo libertà?
86% Osho RajneeshPercorsi
La libertà può essere di tre tipi, e quei tre tipi devono essere capiti bene. Il primo è la libertà da, il secondo è la libertà per, ed il terzo è soltanto libertà – né da né per. Il primo, libertà da, è una reazione: è orientata al passato; stai lottando⋯
Racconto Azzurro
81% ArticoliMarguerite YourcenarRacconti
I mercanti venuti dall’Europa erano seduti sul ponte, davanti al mare blu nell’ombra color indaco delle vele ampiamente rappezzate di grigio. Il sole cambiava senza posa di posto tra i cordami e il rullio lo faceva saltar via come una palla da una rete co⋯
Da Zarathustra a Khomeini
80% ArticoliGerhard SchweizerLibri
La storia della Persia iniziò a Battria e prima ancora che un governatore vi regnasse in nome dei re divini, visse a Battria un uomo che sarebbe diventato, più di qualsiasi altro, una figura determinante per la notorietà della cultura persiana in occident⋯
Il mercantile
76% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯