Alan Bennet

L’ultima festa

Egon Schiele ⋯ Hands
Il funerale, in ossequio alle abitudini correnti, era stato annunciato come una “celebrazione”, pratico connubio tra il festeggiamento e il commiato. Tanto per cominciare non era imperativo addolorarsi troppo, il che era decisamente un vantaggio: la persona da celebrare era morta da un pezzo ⋯

Faccenda triste

Egon Schiele ⋯
Molti, fra i conoscenti del defunto che stavano entrando in chiesa, si conoscevano tra loro – un numero sorprendente -, sebbene un funerale non sia l’occasione migliore per dedurlo: i cenni di riconoscimento sono trattenuti, l’occhio basso, il sorriso contrito, ogni manifestazione di piacere ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi