Charles Baudelaire

Charles Pierre Baudelaire è stato un poeta, scrittore, critico letterario, critico d’arte, giornalista, aforista, saggista e traduttore francese. È considerato uno dei più importanti poeti del XIX secolo, esponente chiave del simbolismo, affiliato del parnassianesimo e grande innovatore del genere lirico, nonché anticipatore del decadentismo. I fiori del male, la sua opera maggiore, è considerata uno dei classici della letteratura francese e mondiale. Il pensiero e la biografia di Baudelaire hanno influenzato molti autori successivi a lui , appartenenti anche a correnti letterarie e vissuti in periodi storici differenti, e viene ancor oggi considerato non solo come uno dei precursori della letteratura decadente , ma anche di quella poetica e di quella filosofia nei confronti della società, dell’arte, dell’essenza dei rapporti tra esseri umani, dell’emotività, dell’amore e della vita che lui stesso aveva definito come “modernismo”. Fonte: le-citazioni.it

L’Albatro

⋯ Mauro Colombo ⋯ ⋯

L’amore è molto simile a una tortura

Egon Schiele ⋯
Credo d’aver già scritto nelle mie note che l’amore è molto simile a una tortura o a un’operazione chirurgica. Ma questa idea può venire sviluppata in modo amarissimo. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due ⋯

Sul guanciale del male

⋯ Renato Guttuso ⋯ ⋯

Moltitudine, solitudine

Egon Schiele ⋯ Prediger
Non a tutti è dato di prendere un bagno di moltitudine: godere della folla è un’arte; e può concedersi un’orgia di vitalità a spese del genere umano soltanto quello a cui una fata abbia insufflato fin dalla culla il gusto del travestimento e della ⋯

Essere altrove

Questa vita è un ospedale dove ogni ammalato è in possesso del desiderio di cambiar letto. Questo vorrebbe patire di fronte alla stufa, e st’altro s’immagina che guarirebbe accanto alla finestra. A me pare sempre che starei bene là dove non sono, e questa ⋯

Il tempo divora la vita

 ⋯
La mia giovinezza non fu che un tenebroso uragano
attraversato qua e là da soli splendenti;
la pioggia e il tuono hanno fatto un tale scempio
che pochi frutti vermigli restano al mio giardino. Eccomi arrivato all’autunno delle idee
e occorre lavorare di pala ⋯

Le voyage

Egon Schiele &#8943 Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell’abisso, inferno o cielo che importa? Giù nell’ignoto per trovarvi del nuovo! ⋯

Tutto trasuda delitto

 ⋯
Impossibile scorrere una gazzetta qualsiasi d’un qualsiasi giorno o mese o anno, senza trovarvi ad ogni riga i segni della più spaventosa perversità umana, assieme alle più sorprendenti vanterie di probità, di bontà, di carità, e alle più sfrontate affermazioni sulla civiltà e il ⋯

Elementi vitali

Egon Schiele  ⋯ Fin da bambino ho avuto in cuore due elementi contraddittori, l’orrore della vita e l’estasi della vita. ⋯

Tieniti i sogni

Egon Schiele  ⋯ Mourning Woman Tieniti i sogni: i saggi non ne hanno di così belli come i pazzi… ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi