Emilio Villa

Il visibile sull’invisibile

⋯ Egon Schiele ⋯
Il corpo universo è materia: la materia animata (senza fioriture animistiche), animante; e folgorata dall’intelligenza gigantesca, fragile, emozionata ma non terrorizzata, prepotente e ostinata, dell’uomo che esercita il suo dominio sulla peripezia quotidiana, tra la vita e la morte, tra la morte e la ⋯

Prorompere gli enigmi operanti

 ⋯
È l’ultimo, e grandioso, accertamento di una segretezza della fissità perenne e della indifferenza dell’essere. Non dell’essere “qui” e “ora”, che è vano; ma dell’essere né qui, né ora, né ovunque, né mai; come semplice inizio talmente affine all’inizio contemplato ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi