Gioco della nuvola

Egon Schiele ⋯ Eternamente libero
e sensibile,
il gioco della nuvola. ⋯

Pioggia di primavera

Egon Schiele ⋯ Trombone jazz,
Tende che si muovono,
Pioggia di primavera. ⋯

La dura vita

⋯ Henry Asencio ⋯
Alcune persone hanno delle vibrazioni che vengono dritte dal cuore vibrante del sole. Gli esseri umani seminano il proprio terreno con guai e inciampano nei macigni della loro stessa falsa erronea immaginazione, e la vita è dura. ⋯

105 refrain

L’essenza è come l’assenza di realtà
Proprio come l’assenza di non-realtà
E’ sempre la stessa cosa. L’essenza è ciò che è la luce del sole
Proprio come la luce della luna,
Entrambe hanno luce,hanno forma,
Entrambe hanno oscurità e vengono dopo: Entrambe vengon dopo ⋯

Piacciono troppe cose

Egon Schiele ⋯
Lucille non avrebbe mai potuto capirmi perché a me piacciono troppe cose e io mi ritrovo sempre confuso e impegolato a correre da una stella cadente all’altra finché non precipito. Questa è la notte, e quel che ti combina. Non avevo niente da offrire ⋯

Bene vitale

Egon Schiele ⋯ Come mai l’unica forza pulsante, la vita, è un evento così tragico e amaro? Dalla torbida umidità del grembo arriviamo sulla terra secca e arida, dalla quale non c’è ritorno? L’unico bene vitale che rimane eterno è l’amore. ⋯

Maggie e Jack

Egon Schiele ⋯ Mann und Frau Ragazzo e ragazza, l’uno tra le braccia dell’altra, Maggie e Jack, nella triste pista da ballo della vita, già demoralizzati, gli angoli della bocca pieni di rinuncia, le spalle che si afflosciano, accigliati, le menti prevenute – l’amore è amaro, dolce è la morte. ⋯

Il nulla e le lacrime

Egon Schiele ⋯
La tua faccia che vedi nello specchio con l’espressione di angoscia insopportabile così torturata dalla sofferenza e spaventosa che non puoi nemmeno piangere per una cosa tanto laida, tanto perduta, non c’è assolutamente nessun rapporto con la perfezione di prima e pertanto nulla che ⋯

Occhi incollati sulla vita

Egon Schiele ⋯ I miei occhi erano incollati sulla vita. Ed erano pieni di lacrime. ⋯

Inaspettata gioia

 ⋯
Fluttuare leggero sopra un abisso è come la vita, quando, senza averlo premeditato, perdiamo i nostri preconcetti nel turbinio e nel pericolo delle cose reali che accadono, e ci riempiamo di un’improvvisa inaspettata gioia, di un’agitazione rapida transitoria, a volte anonima, a volte in ⋯