È stato un filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista tedesco. Il suo pensiero, incentrato sulla critica, in chiave materialista, dell’economia, della politica, della società e della cultura capitalistiche, ha dato vita alla corrente socio-politica del marxismo. Teorico della concezione materialistica della storia e, assieme a Friedrich Engels, del socialismo scientifico, è considerato tra i filosofi maggiormente influenti sul piano politico, filosofico ed economico nella storia del Novecento che ha avuto un peso decisivo sulla nascita delle ideologie socialiste e comuniste. Fonte: Le-citazioni.it

Amore sfortunato

 ⋯
Presumiamo che l’uomo sia uomo, e la sua relazione con il mondo sia umana, e si consideri amore l’amore, confidenza la confidenza ecc. Se volete apprezzare l’arte, dovete essere una persona artisticamente preparata; se volete avere ascendente sul prossimo dovete essere una persona che ⋯

Raggiungere la felicità

Egon Schiele ⋯ Il socialismo è pane e rose, il necessario e il superfluo, una società dove si mangia meglio e di più, dove si lavora meglio e di meno, ma anche una società dove si è più felici, realizzati, liberi. ⋯

Mancanza di proprietà privata

 ⋯ Voi borghesi inorridite perché noi comunisti vogliamo eliminare la proprietà privata. Ma nella vostra società la proprietà privata è già abolita per i nove decimi dei suoi membri; anzi, essa esiste proprio in quanto non esiste per quei nove decimi. Voi ci rimproverate dunque ⋯

Il male contro la devastazione

 ⋯
Paradossale e ironico, il discorso di Marx attribuisce al delinquente un ruolo produttivo e redistributivo all’interno del sistema capitalistico: un ruolo “fatale” nel contesto di una società fondata sulla disuguaglianza che qualcuno deve coprire. Ciò non azzera la responsabilità personale, ma dà alla delinquenza ⋯

L’oppio dei popoli

Egon Schiele ⋯ Rabenlandschaft La religione è il singhiozzo di una creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore, lo spirito di una condizione priva di spirito. È l’oppio dei popoli. ⋯

Dialogo fra Crepafame e Succhiasangue

  ⋯
È il giorno del mercato e tra la folla dei venditori e dei compratori scorgiamo un uomo che non esiteremo a riconoscere, un uomo conosciuto nel suo villaggio col nome di Crepafame. Egli non è qui venuto certamente per comprare; e quanto a vendere, ⋯

Oggetto di scambio

 ⋯
Chi usa la violenza contro le donne è un animale, perché le considera merce deperibile, oggetto di scambio e d’uso, soggetti di carne messe a disposizione della comunità libidinosa maschile. Se volete capire quanto è civile ed evoluta una società, allora osservate come vengono ⋯

L’accumulazione originaria

 ⋯ Se il denaro, secondo Augier, viene al mondo con una macchia di sangue sulla guancia, il capitale nasce grondante sangue e fango dalla testa ai piedi. ⋯

Il dissolvitore di masse

Se il denaro è il vincolo che mi unisce alla vita umana, che mi unisce alla società, che mi collega con la natura e gli uomini, non è il denaro forse il vincolo di tutti i vincoli? Non può esso sciogliere e stringere ogni ⋯

Tutto divenne commercio

⋯ ⋯
Venne infine un tempo in cui tutto ciò che gli uomini avevano considerato come inalienabile divenne oggetto di scambio, di traffico, e poteva essere alienato; il tempo in cui quelle stesse cose che fino allora erano state comunicate ma mai barattate, donate ma mai ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi