Vladimir D. Nabokov

Il genio è sempre strano

Egon Schiele ⋯
Gogol’ era una creatura strana, ma il genio è sempre strano; solo il vostro sano scrittore di second’ordine appare al grato lettore un saggio amico di vecchia data che in bell’ordine sviluppa le nozioni sulla vita del lettore stesso. La grande letteratura corre lungo ⋯

Un balzo e una scivolata

⋯ Nikolaj Vasil'evič Gogol ⋯
Gogol’ era una creatura strana, ma il genio è sempre strano; solo il vostro sano scrittore di second’ordine appare al grato lettore un saggio amico di vecchia data che in bell’ordine sviluppa le nozioni sulla vita del lettore stesso. La grande letteratura corre lungo ⋯

Oscurità estatica

⋯  ⋯
La carezza elastica e delicata di una morbida gamba di ragazza che si ritrae e contemporaneamente continua a premere contro la vostra, i capelli fragranti vicino alla vostra bocca, una guancia che lascia un velo di cipria sul bavero di seta della giacca… tutte ⋯

L’aspetto di una condanna

Egon Schiele ⋯ Non posso fare a meno di pensare che nell’amore ci sia qualcosa di essenzialmente sbagliato. Ha sempre l’aspetto di una condanna. ⋯

Le verità mai giunte

Egon Schiele ⋯ Raramente la disperazione umana conduce alle grandi verità. ⋯

La curiosità è insubordinazione

Egon Schiele  ⋯ Non può esservi alcuna sottomissione – perché il fatto stesso che parliamo di questi argomenti indica che vi è curiosità, e la curiosità è insubordinazione nella forma più pura. ⋯

Perfezione innata

Un bambino è la forma più perfetta di essere umano. ⋯

Minuetto meccanico

Egon Schiele ⋯
Due idee danzavano allacciate in un lento, meccanico minuetto, tra cenni del capo e riverenze: una era “Abbiamo-tanto-da-dirci”; l’altra era “Non-abbiamo-niente-da-dirci”. Ma sono cose che possono cambiare in un istante. ⋯

Parole uniche

La vera vita di Sebastian Knight ⋯  ed. Adelphi
Sebastian passava la maggior parte della giornata a scrivere, ma la sua gestazione era così laboriosa che raramente la sera c’erano da battere più di due paginette nuove e anche queste dovevano essere rifatte più volte, perché l’autore si abbandonava a un’orgia di correzioni; ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi