Egon Schiele ⋯ Uomo con melone e Pince-nez

Ci si sbaglierà raramente, attribuendo le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all’abitudine e quelle meschine alla paura.


Crediti
 • Friedrich Nietzsche •
 • SchieleArt •  Uomo con melone e Pince-nez • 1910 •

Similari
Questione di presa
28% Manuel ScorzaPercorsi
Vedi Juan, non è una questione di coraggio, è una questione di presa, presa dell’essere in quelle che sono le sue radici, ed è qui dunque il suo movimento non in quell’io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi o volontà in cui si crede. La superficialità pensa di agire, ma è solo un reagire o ⋯
Pensiero superiore alla opera
28% Ernest HelloEstratti
L’uomo mediocre non avverte né la grandezza, né la miseria, né l’Essere, né il nulla; non è né estasiato né decaduto: resta sul penultimo gradino della scala, incapace di salire e troppo pigro per scendere. Nei suoi giudizi come nelle sue azioni, sostitui⋯
Paura di non essere accettati
25% AnonimoPsicologia
Un uomo vede una donna come questa vuol farsi vedere, ovvio che, ponendosi come stereotipo, l’aggancio è assicurato, ma più per abitudine che convinzione; molto probabilmente, l’uomo è ancora e sempre alla ricerca di questa donna che non conosce, occultat⋯
Le mie azioni mi assomigliano
25% FrammentiMarguerite Yourcenar
Quando prendo in esame la mia vita, mi spaventa di trovarla informe. L’esistenza degli eroi, quella che ci raccontano, è semplice: va diritta al suo scopo come una freccia. E gli uomini, per lo più, si compiacciono di riassumere la propria esistenza in un⋯
Amore sconvolgente
25% AforismiAnonimo
Tempi, che tempi! Se si desse più importanza a ciò che siamo come persone e di conseguenza all’altro, le cose tornerebbero ad essere cose, in quella che è l’utilità delle stesse; e invece, siamo diventati noi cose fra le cose… Eh, poter tornar a sporcar⋯