Egon Schiele ⋯
Gli uomini somigliano a orologi che vengono caricati e camminano, senza sapere il perché; ed ogni volta che un uomo viene generato e partorito, è l’orologio della vita umana di nuovo caricato, per ancora una volta ripetere, frase per frase, battuta per battuta, con variazioni insignificanti, la stessa musica già infinite volte suonata. Ciascun individuo, ciascun volto umano e ciascuna vita non è che un nuovo breve sogno dell’infinito spirito naturale, della permanente volontà di vivere; non è che una nuova immagine fuggitiva, che la volontà traccia per gioco sul foglio dello spazio e del tempo, lasciandola durare un attimo appena percettibile di fronte all’immensità di quelli, e poi cancellandola, per dar luogo ad altre.

Crediti
 • Arthur Schopenhauer •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Spazialità indifferente
25% FilosofiaGeorg W. Friedrich Hegel
Nella sua indeterminata immediatezza esso è simile soltanto a se stesso, ed anche non dissimile di fronte ad altro . Esso è la pura indeterminatezza ed il puro vuoto – Nell’essere non v’è nulla da intuire, se qui si può parlar di intuire, ovvero esso è qu⋯
Solo dove è vita, è anche volontà
23% FilosofiaFriedrich Nietzsche
Il mondo non è altro che volontà di potenza, e anche l’uomo non è che volontà di potenza, e nient’altro. Ogni volta che ho incontrato un essere vivente, ho anche trovato la volontà di potenza; e anche nella volontà di colui che serve ho trovato la volontà⋯
La clessidra dell’esistenza viene sempre capovolta
22% FilosofiaFriedrich Nietzsche
Che accadrebbe se, un giorno o una notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi, un demone strisciasse furtivo nella più solitaria delle tue solitudini e ti dicesse: «Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, e non ci sarà in⋯
La parte del fuoco
22% LettereMichel Foucault
L’espressione più bella, più fondamentale per definire cosa sia la letteratura, non solo nella società occidentale del XIX e del XX secolo, ma nel suo rapporto con tutta la cultura occidentale di questa epoca . ha delimitato alla perfezione uno spazio let⋯
Menzogne nascoste in una frase insignificante
21% Marcel ProustSchiele Art
Si prova amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, mi dicevo a Balbec, per una persona le cui azioni sembrano piuttosto essere oggetto della nostra gelosia; s’intuisce che, se le dicesse tutte, forse si guarirebbe facilmente dall’amore. Per quanto la gelosia sia facilmente celata dalla per⋯