Egon Schiele ⋯

È questo, probabilmente, che cerchiamo attraverso la vita, niente altro che questo, la più grande sofferenza possibile per diventare noi stessi prima di morire.


Crediti
 • Louis-Ferdinand Céline •
 • Viaggio al termine della notte •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Lo specchio dell’altro
34% Arthur SchopenhauerPsicologia
Ma come è possibile che una sofferenza, che non è la mia e che non mi colpisce direttamente, ciò nonostante possa diventare per me un motivo così immediato da spingermi ad agire, come di solito succede solo con un motivo esclusivamente mio? È possibile so⋯
Vita irreale
32% Fernando PessoaLibri
Non subordinarsi a niente, né a un uomo né a un amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi né a un’idea; avere quell’indipendenza distante che consiste nel diffidare della verità e, ammesso che esista, dell’utilità della sua conoscenza. (…) Appartenere: ecco la banalità. Fede, ideale, donn⋯
Gli altri in noi
31% FrammentiJames Joyce
Ogni vita è una moltitudine di giorni, un giorno dopo l’altro. Noi camminiamo attraverso noi stessi, incontrando ladroni, spettri, gigantiFigli di Gea, fecondata dal sangue di Urano, che era stato evirato da Crono, spesso confusi o identificati coi Titani. Esseri di straordinaria statura e di forza sovrumana, nemici degli dei, tentarono di dar la scalata all'Olimpo, ma furono colpiti insieme dai fulmini di... Leggi, vecchi, giovani, mogli, vedove, fratelli adulterini, ma sempre incontrando noi stessi.
L’intrapiantabile io
30% Antonin ArtaudPsicologia
Tra il corpo e il corpo non c’è niente, niente tranne me. Non è uno stato, non un oggetto, non uno spirito, non un fatto, ancor meno il vuoto di un essere, assolutamente niente di uno spirito, né dello spirito, non un corpo, è l’intrapiantabile io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi. Ma non⋯
L’invisibile e oscuro fardello
30% FilosofiaFriedrich Nietzsche
È un miracolo: l’istante, eccolo presente, eccolo già sparito, prima un niente, dopo un niente, torna tuttavia come spettro, turbando la pace di un istante posteriore. Continuamente un foglio si stacca dal rotolo del tempo, cade, vola via – e rivola impro⋯