⋯

«La grande poesia è essenzialmente bête, crede, ed è questo che ne fa la gloria e la forza»
Charles Baudelaire

«I capolavori sono bêtes. – Hanno l’aria tranquilla come le produzioni stesse della natura, come i grandi animali e le montagne»
Gustave Flaubert

A distanza di sei anni, l’uno in una recensione, l’altro in una lettera, e ovviamente ignorandosi, i due aedi della bêtise scrivono frasi affini, che aggiungono alla parola una dimensione ulteriore. Non si tratta allora di pura «stupidità», come le altre lingue sono costrette a tradurre bêtise. Ma di qualcosa in cui permane un oscuro fondo animale, come se, giunta al suo apice, l’arte ritrovasse qualcosa del bello di natura, però velato da una pellicola opaca, impenetrabile, refrattaria a rendere conto all’intelligenza.

Crediti
 • Roberto Calasso •
 • La Folie Baudelaire •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
690% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
375% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
349% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
I quattro problemi del “traduttore della lettera”
312% Alberto BramatiArticoli
La traduzione è nella sua essenza plurale etica dell’ascolto. • Antoine Berman • In Occidente la riflessione sulla traduzione si è fin dalle origini caratterizzata per l’opposizione tra il senso e la lettera. Citando Cicerone, Gerolamo (1993, 66) afferma ⋯
Sapere di non essere
274% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯