Infanzia

Acàco

Figlio dell’arcade Licaòne, fu il marito della nutrice di Ermes. ⋯

Alcatoe

Una delle figlie di Minia (re d’Orcomeno). La ragazza non volle partecipare ai riti dionisiaci e dissuase le sorelle Aristippe e Leucippe. Dioniso risentito mutò le fanciulle in pipistrelli. ⋯

Amaltea

Era la capra che allattò Zeus, oppure il nome della ninfa figlia di Oceano che avrebbe nutrito il dio col latte di una capra generata dal dio del Sole, la quale perdette un corno, al quale Zeus concedette la proprietà di riempirsi di tutto ⋯

Anasci

Nato dall’unione di Castore con Febe figlia di Leucippo. ⋯

Anfidemonte

Figlio di Melantio, offerse ospitalità agli Atridi quando questi andarono a Itaca per tentare senza successo di convincere Ulisse a partecipare alla guerra contro Troia. Fu tra i proci e il giorno della resa dei conti morì per mano di Telemaco. ⋯

Anfidromia

Così si chiamava la cerimonia che i Greci usavano fare il quinto giorno dopo la nascita di un bambino, ponendolo davanti all’altare degli dèi della casa dopo averlo fatto correre in braccio al padre intorno al fuoco dell’altare. Durante questo rito veniva imposto il ⋯

Anfione

Figlio di Zeus e di Antiope, fratello gemello di Zeto. Nati sul Citerone furono allevati da pastori. Divenuti adulti uccisero Lico re di Tebe che aveva ripudiato la loro madre per sposare Dirce la quale per raggiungere il suo scopo aveva fatto chiudere in ⋯

Atalanta

AtalantaFiglia di Schenèo, re di Sciro. Allevata da un’orsa divenne esperta cacciatrice e velocissima nella corsa che nessuno era capace di raggiungerla.
Quando il padre volle darle marito, Atalanta, ricordando quanto le era stato detto dall’oracolo, secondo il quale se si fosse sposata, pur ⋯

Cipselo

Figlio di Epito, re di Arcadia al momento dell’attacco degli Eraclidi (Pausan. 4, 3, 6 e 8; 8, 5, 6 e 13; 29, 5). Un altro personaggio con questo nome è un eroe corinzio, figlio di Eezione; fu nascosto alla nascita in un cofano ⋯

Corebo

1. Eroe fondatore della citta di Tripodisco presso Megara, sposò Psamathe 2., argiva, figlia di Crotopo. Uccise un mostro femminile rapitore di bambini (Pausan. 1, 43, 7) chiamato Poine, mandato da Apollo per punire la morte del figlio suo e di Psamate, Linos, sbranato ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi