Nomi femminili

Abarbarea

Ἀβαρβαρέη Ninfa Naiade, generò Bucolione troiano e i due gemelli Esepo e Pedaso
2. (Hom. Il. 6, 21-22, 27-28), uccisi in battaglia da Eurialo
1. Secondo fonti tardive, avrebbe insegnato l’arte di guarire le ferite e le malattie a un altro suo figlio di ⋯

Abia

Ἀβία Vecchia nutrice di Gleno figlio di Eracle, dopo la sconfitta dei Dori guidati dall’eraclide Illo da parte degli Achei si ritirò in Messenia nella città di Ira (forse una delle città promesse da Agamennone ad Achille), che l’Eraclide Cresfonte rinominò, dal suo nome, ⋯

Adrasteia

Nome di una delle Ninfe Melie, che custodí con la sorella Ida Zeus bambino nell’antro Ditteo a Creta (Callim., Hymn. Jov. 3, 45-47); era figlia di Melisseo 1. e sorella o compagna dei Cureti (cfr. Apollod. Bibl. 1, 1, 6, 5). Si trova anche ⋯

Aella

La prima delle Amazzoni di Temiscira che attaccò Eracle per difendere il cinto della regina Ippolita, e fu subito uccisa; (Diod. Sic. Bibl. IV 16). Chiamata cosí per la sua velocità (διὰ τὸ τάχος), trovò in Eracle un avversario piú agile di lei, ὀξύτερος, ⋯

Aello

1. Una delle Arpie, (Hesiod. Theog. 267), figlie di Taumante e di Elettra 1. 2. In fonti latine, è una delle cagne di Atteone, (cfr. il catalogo in Ovid. Metam. 3, 219); varia lectio dub. (in Hygin. Fab. 181, 3).
Femminile in -ώ da ⋯

Agameda

1. la bionda figlia maggiore di Augia, maga esperta “di tutti i farmaci che la terra produce” (Hom. Il. 11, 740-741) della quale Nestore si vanta di aver ucciso in battaglia il marito Mulio (ibidem, 738-743). 2. la figlia di Macaro, dà il nome ⋯

Aganippe

1. Figlia di Termesso (o Perm.-), dio del fiume che circonda l’Elicona, (Pausan. 9, 29, 5. 2), dunque una Naiade, eponima della fontana che sgorga vicino al boschetto delle Muse sul monte Elicona in Beozia, presso Tespie, poi identificata con la fonte Ippocrene, forse ⋯

Agave

Figlia di Cadmo e di Armonia, madre di Penteo (Hes. Theog. 975 ss.; Eurip. Bacch. passim), sorella di Semele, di Ino e di Autonoe. Un’altra Agave, meno nota, compare tra le Nereidi (Hom. Il. 18, 42).
Il nome deriva da ἀγαυός, “ammirevole, nobile, splendido”, ⋯

Alcesti

Figlia del re di Iolco Pelia e di Anassibia, moglie di Admeto e madre di Eumelo (Hom. Il. 2, 714-715; Apollod. Bibl. 1, 9, 10). Accetta di morire al posto del marito e secondo la versione più celebre del mito (Eurip. Alc. passim.), Eracle ⋯

Alcibia

In fonti tarde, è una delle 12 Amazzoni che accompagnarono Pentesilea a Troia, Quint. Smyrn. Posthom. 1, 46; viene dedicapitata da Diomede, insieme con Derimachia, ibid. 1, 260. Hapax creato da Quinto Smirneo, è un composto ridondante di due sostantivi, ἄλκη e βίη, che ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi