Popoli

Erpetositi

Popolo immaginario citato insieme ai Miotrotti, ai Rizofagi, agli Ftirofagi, e agli Etiopi Macrobii, in luoghi improbabili vicino al fiume Oceano, perché si astengono, a differenza dei popoli antropofagi, dal mangiare carne umana (Porphyr. apud Macar. Magn. Apocrit. III 15).
Composto verbale retrogrado di ⋯

Esachiri

Popolo che abitava nei “Monti dell’Orsa”, cioè del nord, ed aggredí gli Argonauti secondo la versione orfica (Orph. Argon. 514-523; variazione rispetto ad Apollon. Rhod. Argon. 1, 989-1011). Simili a Giganti o a Titani, armati di rami di pino o di abete, avevano sei ⋯

Espèridi

Ninfe figlie di Atlante e di Esperide, abitanti di favolose isole dell’Oceano Atlantico, (l’Espèridi, che cura, di là dall’immenso Oceàno, hanno degli aurei pomi, degli alberi gravi di frutti Esiodo, Teogonia), dove, insieme col drago Ladone, custodivano i pomi aurei donati a Era da ⋯

Ftirofagi

Popolo del Caucaso citato da Strabone 11, 2, 1; 11, 2, 19 (da cui Steph. Byz. s. v.), famoso per la sua sporcizia. Ne parla anche un Teofane di Mitilene (storico, Ia metà del sec. I a.e.v.) citando “quelli che scrissero le storie di ⋯

Galeoti

Stirpe della Sicilia sud-orientale, nei pressi di Megara Hyblea (Paternò), alla quale appartenevano molti indovini e interpreti di sogni, ricordati anche da Cic. De div. 1, 20, 39 e da Cl. Aelian. Var. hist. 12, 46. Cfr. Steph. Byz. s. v., che cita un ⋯

Gargari

1. Popolo del Caucaso, che era solito avere rapporti con le Amazzoni, quando queste decidevano di generare figli, durante due mesi primaverili. Le incontravano su un monte, le ingravidavano, e poi si dividevano i figli, i maschi per loro, le femmine per le donne ⋯

Ieroduli

Erano gli schiavi delle divinità. I maschi erano adibiti ai lavori nelleproprietà del tempio, mentre le donne venivano offerte nella prostituzione sacra. ⋯

Iperborei

Popolo favoloso che si riteneva vivesse in uno stato di perfetta felicità in una terra sconosciuta dove il sole non tramontava mai. Secondo altre tradizioni, nel loro paese sarebbe stato collocato il Giardino delle Esperidi che custodiva i pomi d’oro. ⋯

Issedoni

Popolo scitico situato a nord del fiume Arasse, tra i Massageti e gli Arimaspi, piuttosto bellicoso; Damast. Περὶ ἐθνῶν, Fr. 1 Fowler; Herodot. 1, 201; 4, 13; 16 (che cita Aristea di Proconneso); 25-27. Avevano l’abitudine di mangiare le carni dei genitori defunti, e ⋯

Lapiti

Popolo tessalo, che ha come antenati il dio-fiume Peneo e la ninfa Creusa o Filira (Hom. Il. 2, 738 ss.; 12, 128 ss.).
Secondo Carnoy (DEMGR) questo nome deriverebbe dal verbo λαπίζω, “comportarsi con insolenza, parlare troppo forte” dalla radice indoeuropea *lep-; tale radice, ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi