Ἄβδηρος Figlio di Ermete ErmesFiglio di Zeus e di Maia la più grande delle Pleiadi. Ermes veniva considerato come la personificazione del vento e come tale ne aveva le caratteristiche: la velocità, la leggerezza, l'incostanza, la monelleria e l'umore scherzoso. Caratterizzato da astuzia e abilità, gli furono date... Leggi o di PosidonePosidone è in Omero uno dei tre figli di Crono e di Rea che si divisero il regno del padre: gli toccò il dominio del mare (Hom. Il. 15, 187-193), mentre Ade ebbe il regno degli Inferi e Zeus quello del cielo. L'associazione con... Leggi e della ninfa Thronia (Pind. Paean. 2, 1-2; 104-106), di origine locrese, eròmenos di Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi, lo accompagnò in cerca delle cavalle antropofaghe di Diomede Diomede1) Re della Tracia, figlio di Ares e di Cirene famoso per le sue cavalle alle quali dava in pasto gli stranieri che si avventuravano nella sua terra. Per questo fu ucciso da Eracle e il suo corpo dato in pasto alle cavalle. Gli... Leggi, dalle quali fu divorato (Apollod. Bibl. 2, 5, 8). L’eroe fondò presso la sua tomba la città di AbderaAntica città marittima della Tracia, fondata (secondo la leggenda da Eracle) attorno al VII sec. a.C. Fu distrutta e ricostruita un secolo dopo; secondo alcuni, dall'omonima sorella di Diomede; secondo altri, da Temesio di Clazomene, o anche da Eracle, in ricordo di Abdéro, suo... Leggi sulla costa traciaEroina eponima della Tracia, figlia di Oceano e Partenope. Deriva da θρᾴξ, θρᾳκός, che è un nome di popolo senza etimologia, secondo Chantraine (DELG, s. v. Θρᾴξ). Carnoy (DEMGR) ritiene che si possa trattare di un derivato dell'indoeuropeo *treus, "essere fiorente", dato che nella... Leggi, cfr. Hellan. Lesb. Fr. 105 Fowler (= Steph. Byz. s. v. ἌβδηραAntica città marittima della Tracia, fondata (secondo la leggenda da Eracle) attorno al VII sec. a.C. Fu distrutta e ricostruita un secolo dopo; secondo alcuni, dall'omonima sorella di Diomede; secondo altri, da Temesio di Clazomene, o anche da Eracle, in ricordo di Abdéro, suo... Leggi), alle foci del fiume Nestos. Secondo Filostrato, che descrive un quadro raffigurante in modo vivace le esequie di Abdero, Imag. 2, 25 non avrebbe fondato solo la città, ma anche agoni annuali di tutti gli sport, tranne le corse coi cavalli, per comprensibili ragioni.
Sembra da escludere un collegamento con δῆρις “lotta”, (Room’s Classical Dictionary) per intenderlo come “figlio della battaglia”. Forse collegabile alla glossa esichiana ἄβδης· µάστιξ (in Ipponatte), nel qual caso potrebbe significare “l’uomo della frusta”; potrebbe anche essere di origine non greca.

Similari
Il significato di pace
24% Katherine RowlandStorie
C’era una volta un re che offerse un premio all’artista che avrebbe dipinto il miglior quadro raffigurante la pace. Molti artisti provarono. Il re esaminò tutti i quadri, ma ce n’erano solo due che realmente gli piacevano e dovette scegliere tra quelli. U⋯
L’ultima festa
19% Alan BennetSchiele Art
Il funerale, in ossequio alle abitudini correnti, era stato annunciato come una “celebrazione”, pratico connubio tra il festeggiamento e il commiato. Tanto per cominciare non era imperativo addolorarsi troppo, il che era decisamente un vantaggio: la perso⋯
I crepuscoli di Barcellona
16% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Che dire dei crepuscoli annegati di Barcellona. Ricordi il quadro di Rusiñol Erik Satie nel suo studio? Così sono i crepuscoli magnetici di Barcellona, come gli occhi e i capelli di Satie, come le mani di Satie e come la simpatia di Rusiñol. Crepuscoli ab⋯
I comuni canoni
15% Arthur SchopenhauerFilosofia
Chi ha giuste intuizioni in mezzo a cervelli confusi si trova come uno che abbia un orologio che funziona in una città dove tutti i campanili hanno orologi che vanno male. Lui solo conosce l’ora esatta, ma a che gli giova? Tutti si regolano secondo gli or⋯
Nel fiume neanche ci entri
14% Marcello Red BarbarossaSocietà
L’inconscio è un’orgia di pensieri avviluppati a pulsioni più o meno razionali; il linguaggio però, può essere adeguato alla realtà o c’è uno scarto tra linguaggio e cose? Nel saggio di Simone Weil “De la perception ou l’aventure de Protée”, si diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi, che ⋯