Figlio di Teseo Figlio di Egeo re di Atene e di Etra figlia di Pitteo re di Trezene. Nella stessa notte ad Etra si accoppiarono sia Poseidone che Egeo legittimo sposo, ma la donna fu ingravidata solo dal dio, che lasciò ben volentieri ai due mortali, la... Leggi e di Fedra Figlia di Minosse e di Pasifae, moglie di Teseo, re di Atene. Innamorata del figliastro Ippolito e da lui respinta, lo calunniò presso il marito, che lo fece uccidere da Posidone, poi, tormentata dal rimorso, si uccise. . Ti prego per Venere, che tutta... Leggi, partecipò all’assedio di Troia Città della Troade, chiamata propriamente Ilio dai Greci, teatro della decennale guerra. Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Troe, nipote di Dardano e padre di Ilo. Le sue mura sarebbero state costruite da Apollo e da Poseidone come espiazione per il tentativo di... Leggi, secondo Omero, fu inviato, insieme con Diomede Diomede1) Re della Tracia, figlio di Ares e di Cirene famoso per le sue cavalle alle quali dava in pasto gli stranieri che si avventuravano nella sua terra. Per questo fu ucciso da Eracle e il suo corpo dato in pasto alle cavalle. Gli... Leggi, alla reggia di Priamo Il celebre re di Troia vissuto all'epoca dell'assedio acheo. Era figlio di Laomedonte e fratello di Esione, unico maschio lasciato in vita da Eracle quando il padre si rifiutò di pagare i servigi dell'eroe. La sua casata era composta da cinquanta figlie e da... Leggi per chiedere la restituzione di Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi. L’ambasciata non ebbe séguito; ma Laodicea, una delle figlie di Priamo, s’innamorò d’Acamante, dal quale ebbe un figlio. Tornato l’eroe al campo greco, fu scelto fra quelli che si nascosero nel famoso cavallo di legno; e quando, per l’inganno di SinoneEra la spia lasciata a Troia dai Greci, quando finsero di togliere l'assedio (Apollod. Epit. 5, 15; 19). Secondo Carnoy (DEMGR) il nome deriverebbe dal verbo greco σίνομαι, "nuocere, danneggiare" e significherebbe quindi "colui che nuoce" (cfr. Sini). Immisch (in Roscher, Myth. Lex. IV... Leggi, ne scese, nel furore della strage che seguì, secondo l’indicazione della schiava Etra1) figlia di Pitteo, re di Trezene, sposa di Egeo; fu amata da Poseidone, da cui ebbe Teseo; secondo altri sposa di Poseidone. Teseo le affidò Elena, ma, dopo che i Dioscuri la liberarono, Etra la seguì come schiava a Sparta e a Troia,... Leggi che gli additò, mostrandoglielo, il figlio avuto da Laodicea riuscì a trarre in salvo l’uno e l’altra.

Crediti
   • Ἀκάµας •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica
1. Capo tracio fra i piú valorosi, alleato con i troiani e affiancato da Peiroo (Hom. Il. 2, 844-845; 5, 462-469), è figlio di Èussoro e viene ucciso da Aiace con un colpo di lancia alla fronte (Hom. Il. 6, 7-10).
2. Figlio di Antenore e fratello di Archeloco (Hom. Il. 2, 822-823; 11, 60), a fianco del quale, assieme ad Enea, conduce il quarto gruppo di guerrieri troiani (Hom. Il. 12, 98-100); trionfa in uno scontro con Pròmaco vendicando la morte del fratello e, sventato un attacco da parte di Peneleo (Hom. Il. 14, 476-489), muore colpito alla spalla destra da Merione mentre sta per risalire sul suo carro (Hom. Il. 16, 342-344).
3. Figlio di Teseo e di Fedra, fratello di Demofonte (Diod. Bibl. 4, 62), diventa oggetto dell’amore di Laodice, da cui ha un figlio, Munito (Parth. Narr. amat. 16), cresciuto da Etra; di ritorno da Troia, approda in Tracia dove anche Fillide se ne innamora (Apollod. Epit. 6, 16); a Cipro fonda una colonia e muore cadendo da cavallo sulla sua stessa spada (Tzetz. ad Lycophr. 494).
Nome greco, è un composto privativo che riproduce esattamente l’aggettivo ἀκάµας, con prefisso privativo α- e radicale καµα-, derivabile da κάµνω, “affaticarsi”, “soffrire”, da intendersi qui con valore passivo; significa “l’infaticabile”. Per simile formazione cfr. anche AdamanteGuerriero troiano, partecipa all'assalto delle mura achee combattendo a fianco del padre, il re Asio 2. (da cui il patronimico Ἀσιάδης), con un gruppo di compagni, fra cui Iàmeno, un Oreste, Toone e un Enomao (Hom. Il. 12, 137-140). Dopo il tentativo di uccidere... Leggi; Wathelet, Dictionnaire des Troyens n. 17, pp. 242-249; von Kamptz, Homerische Personennamen, § 63 a, p. 166; Room, Room’s Classical Dictionary s. v. p. 20.

Crediti
   • Ἀκάµας •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il giudizio di Paride
20% MediaMitologiaSergio Parilli
Quando Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, la dea dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi e della bellezza, arrivò all’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi tutti gli dèi la accolsero con un applauso, solo due dee non si unirono a quell’applauso: Hera Antica divinità lunare venerata ad Argo; più tardi, ma molto prima di Omero, considerata regina del cielo. Come tale la si ritenne figlia di Crono e di Rea, fu la terza ad essere stata ingoiata dal padre. Fu madre di Ares, di Ilizia, di... Leggi ed Atena AtenaEra figlia di Zeus e di Metis. Così come aveva fatto Crono anche Zeus divorò la moglie incinta in modo di avere sempre con sè la consigliera. finita la gestazione Zeus avrebbe partorito la figlia dalla testa. Efesto funse da ostetrico spaccandogli la testa... Leggi. Le due dee erano gelose della bellezza di Afrodite, fino ad allora erano loro l⋯
L’asino in pena
18% Edmond JabèsPoesieSchiele Art
Un asino era davvero in pena a raccontare la sua vita d’asino al bel cavallo bianco che lo sdegnava. «Esprimiti come un cavallo», gli diceva il cavallo. E l’asino gli rispondeva: «Non posso che esprimermi come un asino: lo sono. » Ma irritato il cavallo g⋯
Fa bene far le scale
15% Patrizia CavalliPoesieSchiele Art
al cuore fa bene far le scale al cuore ma se non fa le scale al cuore fa bene far l’amore il cuore qualcosa deve fare che altrimenti muore sì muore sì muore il cuore… non può sparire non può dormire se va in pensione non è più cuore…
Reggere le redini delle pasioni
15% FilosofiaPlatone
L’anima è paragonata a un cocchio trainato da due cavalli alati. Il primo, nero, rappresenta la cosiddetta ‘anima concupiscente’, ovverosia le passioni fisiche che ci tengono legati al corpo. Questo cavallo spinge verso il basso, e alla morte del corpo ci⋯
Scomparire in tempesta
14% AforismiClaude Lévi-StraussSocietà
L’uomo che muore si tramuta in giaguaro, la donna che muore con la tempesta se ne va con la tempesta scompare.