Figlio dell’Oceano e di Teti, contese ad Eracle l’amore di Deianira, figlia di Eneo, re degli Etoli. Si accese fra i due contendenti una lotta furiosa nella quale Acheloo fece ricorso ad innumerevoli trasformazioni: in fiume, in serpente, in toro senza riuscire a liberarsi dalla stretta di Eracle anzi in questa forma ebbe rotto uno dei corni che le Naiadi riempirono di fiori e frutta facendone dono all’Abbondanza. Acheloo sconfitto si nascose nel fiume Toante che poi prese il suo nome. I greci lo consideravano il re dei fiumi e fecero di Acheloo oggetto di grande culto. Infatti l’Acheloo (Aspropotamo) è il più grande fiume della Grecia.

Crediti
   •  •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica
Similari
Liberarsi dai condizionamenti
16% AforismiMarguerite DurasSchiele Art
Il difficile non è raggiungere qualcosa, è liberarsi dalla condizione in cui si è.
L’Oriente e i Greci
16% FilosofiaFriedrich Nietzsche
Ci si è applicati con zeloPersonificazione dell'invidia (greco ζῆλος), figlio di Stige, fratello di Nice, Crato e Bia (Hesiod. Theog. 383-385). Probabile la derivazione dal radicale di δίζημαι, ζητέω, "perseguire, cercare"; forse da mettere in relazione col greco ζημία, "danno, perdita, riparazione" (Chantraine, DELG, s. v). Dal greco ζῆλος,... Leggi, senza dubbio, per indicare tutte le cose che i Greci avrebbero potuto trovare e imparare nei paesi stranieri dell’Oriente, e tutte le cose che avrebbero realmente prese di laggiù. Si è visto così uno spettacolo curioso, poiché ⋯
Ho alcune convinzioni
15% Charles BaudelaireFrammenti
Non ho convinzioni, come le intende la gente del mio secolo, perché non ho ambizione. In me non c’è base per una convinzione. Vi è una certa vigliaccheria o meglio una certa mollezza nella gente onesta. Solo i briganti sono convinti, – di che? – di dover ⋯
Il vento dei secoli
15% AnonimoPoesie
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi ti racconterò del grande inganno: io ti racconterò come cala la nebbia sui giovani alberi, sulle vecchie ceppaie. Io ti racconterò come si spengono le luci nelle basse case, come, straniero di egizie contrade, soffia lo zingaro nel sottile zufolo sotto⋯
Sogni D’oro
15% FrammentiNanni Moretti
A nessuno viene in mente di fare l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi per allegria, per simpatia, per tenerezza: dopo si diventerebbe complici, come due ladruncoli fortunati. L’orgasmo non è obbligatorio, e neppure la penetrazione, il corpo è grande e se non fosse addormentato dalla ⋯