Figlio di Ergino1. Figlio di Climeno 2. e di Buzige; re di Orcomeno, città dei Minii in Beozia. Attaccò Tebe e fu sconfitto dal giovane Eracle, ma nella battaglia morí Anfitrione, padre "putativo" dell'eroe. 2. Uno degli Argonauti, figlio di Posidone e (forse) fratello di Anceo,... Leggi re d’Orcomeno famoso architetto insieme col fratello Trofonio costruì il tempio d’Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi a Delfi Luogo sul versante meridionale del monte Parnaso, dov'era il famoso oracolo d'Apollo che per molti secoli fu adorato dai Greci e da numerosi altri popoli. Da una cavità della roccia uscivano dei vapori tossici che avevano la proprietà di eccitare chi li respirava. La... Leggi e un edificio per custodire i tesori di Irièo figlio di Poseidone Figlio di Crono e di Gea, fratello di Zeus e di Ade. A lui toccò la signoria del mare, comprese le coste e le isole ed essendo la terra territorio franco non disdegnava prendere qualche proprietà. Abitava in un palazzo in fondo agli abissi... Leggi e re d’Iria nella Beozia. I due fratelli conoscevano una via segreta per entrare nella stanza del tesoro e ne approfittavano per rubarne ogni notteDea del fenomeno naturale notte. Per gli Orfici era la dea primigenia che fecondata dal vento, depose l'uovo d'argento dal quale nacque Eros. Per Esiodo la Notte è figlia di Gea e del Caos. Unitasi incestuosamente al fratello Erebo generò: Etere, Thanatos, il Sonno... Leggi una parte. Ma il re vedendo che il suo tesoro diminuiva senza che le porte fossero forzate si pose in agguato e riuscì a incatenare Agamede. Trofonio sopraggiunto non riuscì a liberare il fratello che il re al buio non aveva ancora riconosciuto e per eliminare il sospetto da sè staccò la testa al fratello.

Crediti
   • Ἀγαμήδης •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica
Nome dell’architetto figlio di Stinfalo, che coi figli Trofonio e Cercione costruí molti famosi edifici nella Grecia arcaica (Pausan. 8, 4, 8; 10, 2).
Si tratta di un composto di ἀγα-, prefisso rafforzativo, e del verbo μήδομαι, “meditare un progetto, avere in mente” e significa dunque “colui che pensa molto”. Attestato anche al femminile Agameda (Ἀγαμήδη) (in Hom. Il. 11, 740-741), figlia di AugiaRe dell'Elide, aveva promesso ad Eracle la decima parte della sua immensa mandria se gli avesse ripulito le stalle dal letame, che da trenta anni infettava l'aria. Eracle per riuscire nell'impresa, deviò il fiume Alfèo che portò via tutto il letame che insudiciava le... Leggi e sposa di Mulio, maga esperta di farmaci e veleni.

Crediti
   • Ἀγαμήδης •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Le irrealtà
13% AforismiAnonimo
L’idea di risurrezione è un’allucinazione, come quelle che si verificano quando qualcuno si droga. Ovviamente, coloro che prendono i farmaci sanno che sono allucinazioni a differenza dei credenti che non sanno che allucinano ma vedono una “verità”. • Anon⋯
Amare nell’altro
12% AforismiFriedrich NietzscheSchiele Art
Di solito la madre, più che amare il figlio, si ama nel figlio. • Friedrich Nietzsche • • • • • Egon Schiele • Madre e Figlia, 1913 •
Il femminismo non è femmina
12% Fabrice HadjadjPercorsi
Oggi la sessualità è sempre concepita in modo fallico. La dimensione femminile della sessualità tende a scomparire. Anche il femminismo, in gran parte, si è dispiegato come rivendicazione di valori maschili da parte delle donne. Non si è ancora visto un f⋯
Teseo lo spartiacque
12% Bruno SnellStorie
Eppure questo mito greco è più storico di quel tipo di tradizione leggendaria che incontriamo spesso presso altri popoli. Quando, oggi, un contadino o pastore greco racconta delle vecchie rovine abbandonate del paese, comincia press’a poco così: «Una volt⋯
Tu calabrone ed io la rosa
11% Marguerite YourcenarPercorsi
Tu calabrone ed io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi la rosa tu la spuma e io la roccia; nella strana metamorfosi, tu la Fenice1. Nome di uno dei figli di Agenore, eponimo dei Fenici (Apollod. Bibl. 3, 1, 1); 2. altro personaggio con questo nome è un compagno di Achille, figlio di Amintore, re d'Eleone in Beozia (Apollod. Bibl. 3, 13, 8); cacciato dal padre, si rifugiò... Leggi, io il rogo. Tu, il Narciso Figlio della ninfa Lirìope e del dio fluviale Cefìso. Ragazzo dalla bellezza indescrivibile. Di lui si innamorò la ninfa Eco, lui non volle corrisponderla e la povera ninfa si ridusse a un'ombra e non rimase altro che la voce. Nemesi la dea che puniva... Leggi, e io la fonte; i miei occhi che riflettono la tua emozione; tu il tesoro ed io la borsa; io l’onda e il nuotatore in me. E tu, il la⋯