Elettra sulla tomba di Agamennone
Figlio di Atrèo (re di Micene) e di Erope (secondo altre fonti nipote di Atrèo) spodestato del trono da Egisto si rifugiò insieme col fratello Menelao a Sparta presso la corte di Tindarèo, e ne sposò la figlia Clitennestra. Scacciato l’usurpatore dal trono di Micene con l’aiuto del suocero. Quando scoppiò la guerra contro Troia per il rapimento di Elena una grande flotta greca si raccolse nel porto di Aulide. Agamennone fu nominato capo della spedizione (o meglio Primus inter pares che doveva sentire il parere degli altri capi).
Per aver ucciso inavvertitamente una cerva consacrata a ArtemideDea romana delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e della caccia per i greci si chiamava Anrtemide ed era la sorella gemella di Apollo. Aveva molte cose in comune col fratello: le morti improvvise degli uomini erano attribuite ad Apollo, quelle... Leggi, la dea impedì con dei venti contrari che la flotta partisse. Per calmare la dea consigliato dall’indovino CalcanteNome dell'indovino, figlio di Testore, che aveva ricevuto da Apollo il dono della profezia (Hom. Il. 1, 69; 92; 2, 300 ss.). Potrebbe derivare dal verbo καλχαίνω, nel senso di "essere agitato, inquieto" e significare "colui che ha pensieri agitati". Von Kamptz (Homerische Personennamen,... Leggi, egli non esitò a sacrificarle la figlia Ifigenìa, che Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi impietosita trasse in salvo sostituendola nel momento del sacrificio con una cerva. Placati così i venti la flotta potè partire ed approdare a Tenedo vicino Troia Città della Troade, chiamata propriamente Ilio dai Greci, teatro della decennale guerra. Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Troe, nipote di Dardano e padre di Ilo. Le sue mura sarebbero state costruite da Apollo e da Poseidone come espiazione per il tentativo di... Leggi. Dove nel decimo anno dell’assedio a Troia iniziò la celebre contesa tra Agamennone e Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi.
Dopo la sconfitta di Troia, Agamennone portò con sè come schiava Cassandra (una delle figlie di Priamo Il celebre re di Troia vissuto all'epoca dell'assedio acheo. Era figlio di Laomedonte e fratello di Esione, unico maschio lasciato in vita da Eracle quando il padre si rifiutò di pagare i servigi dell'eroe. La sua casata era composta da cinquanta figlie e da... Leggi), giunto nella sua reggia fu ucciso da Egisto, che durante la lunghissima guerra contro Troia era diventato l’amante di Clitennestra, la quale lo aiutò perché non gli aveva mai perdonato il sacrificio (anche se non avvenuto) di Ifigenìa.
Agamennone aveva avuto da Clitennestra quattro figli: Elettra 1) figlia di Oceano e Teti, fu madre delle Arpie e di Iride generate con Taumante; 2) una delle Pleiadi amata da Zeus, ebbe dalla loro unione Dardano, il capostipite della dinastia di Troia.... Leggi, Crisotèmi, Ifigenìa ed Oreste Discendente da una famiglia maledetta di assassini, è il più piccolo dei figli di Agamennone, re di Micene, e di Clitennestra. Era ancora un fanciullo quando la madre e Egisto, suo amante, assassinarono Agamennone. Egli stesso, fanciullo, sarebbe stato soppresso insieme ad Agamennone, se... Leggi che per placare l’ombra del padre uccise la madre.

Crediti
   • Ἀγαμέμνων •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica
Figlio di Atreo, fratello di Menelao, marito di Clitemnestra; comandante supremo dell’esercito acheo nella guerra di Troia (Hom. Il. passim).
Il nome è un composto di ἀγα-, prefisso rafforzativo; la seconda parte del composto suscita qualche incertezza. È stato ipotizzato che si basi su -μέδμων, derivante da μέδομαι, “comandare” (Carnoy, DEMGR, sostiene tale ipotesi); secondo Kretschmer (“Glotta” 3, 1912, p. 330) questa interpretazione non è accettabile. Hamp (“Glotta” 49, 1971, pp. 21-24) appoggia l’ipotesi già sostenuta da Heubeck (Gedenkschrift Brandenstein, pp. 357-61) di derivazione da *Ἀγα-μέν-μων, con metatesi *νμ < μν: il nome deriverebbe allora da μένω, “resistere”, con forma espressiva a raddoppiamento e significherebbe “colui che resiste con forza”. Van der Valk (in Snell, Lex. fr. Ep., col. 34) su basi analoghe lo interpreta come “il molto vitale, pieno di forza”.

Crediti
   • Ἀγαμέμνων •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La rocca di Gibilterra
16% RaccontiSergio Parilli
La Spagna dell’inizio del ‘700, del secolo scorso, era ancora una potenza ma non più l’impero che era diventato dopo la scoperta del nuovo mondo. Le sue immense ricchezze, dopo la morte di Carlo II, facevano gola a molte altre potenze in Europa EuropaIn Fenicia viveva una bellissima principessa, Europa, figlia di Agenore e di Telefassa. (o di Argiope, secondo Igino). La giovane donna si recava spesso con le sue coetanee, sulle rive del mare per bagnarsi o per intrecciare ghirlande di fiori. Zeus dall'alto la vide... Leggi che voleva⋯
Gaza e l’ultima luce che resta
13% PoliticaTarek
All’ora di andare a letto, ho paura di spegnere la luce. Non sono un pauroso, ma mi preoccupo che la lampadina che pende dal soffitto, sia l’ultima luce che resta a illuminare la mia vita. Subito dopo aver scritto queste parole, Moath Alhaj, un giovane ar⋯
Hypatia
13% Margherita HackTesti
Ipazia rappresentava il simbolo dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi per la verità, per la ragione, per la scienza che aveva fatto grande la civiltà ellenica. Con il suo sacrificio cominciò quel lungo periodo oscuro in cui il fondamentalismo religioso tentò di soffocare la ragione⋯
Opera emblematica
12% Schiele ArtWikipedia
Lascia che uno nell’altro si sprofondino, per resistersi. • Rainer Maria Rilke • L’abbraccio, realizzata nel 1917, rappresenta due amanti che si abbandonano all’ultimo atto d’amore, mentre fuori dal loro nido si svolge la Grande Guerra. Quello che sembra ⋯
Libri ovunque, libri sempre
12% Paul CézanneSchiele Art
Ungaretti ne aveva in battaglia sul Carso, Rigoni Stern nello zaino durante la guerra in Albania e nella ritirata di Russia, e come loro chissà quanti altri soldati. E quanti viaggiatori: il libro è il compagno ideale nei lunghi viaggi in treno e in aereo⋯