Figlia di Permesso (dio fluviale), fu mutata in fonte da una zampata di Pegaso Cavallo alato nato dal sangue di Medusa, uccisa da Perseo. Portava sul mondo i lampi e i tuoni di Zeus finchè venne domato da Bellerofonte che, cavalcandolo, uccise la Chimera e lottò contro le Amazzoni. Quando però l'eroe volle farsi trasportare fino all'Olimpo, il... Leggi. Le sue acque avevano la virtù di rendere poeta chi la beveva. Ecco perché le Muse I Romani assimimilarono le Muse con le loro antiche divinità locali chiamate Camene e che erano ninfe delle sorgenti e delle acque venerate presso il boschetto di Porta Capena. Figlie di Zeus e di Mnemosine (che significa Memoria). Il sommo dio si unì per... Leggi erano anche dette Aganippòe.

Crediti
   • Ἀγανίππη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica
1. Figlia di Termesso (o Perm.-), dio del fiume che circonda l’Elicona, (Pausan. 9, 29, 5. 2), dunque una Naiade, eponima della fontana che sgorga vicino al boschetto delle Muse sul monte Elicona in Beozia, presso Tespie, poi identificata con la fonte Ippocrene, forse fatta sgorgare dallo zoccolo del cavallo alato Pegaso, (Verg. Eclog. 10, 12 e Serv. ad loc., che cita Callim. forse Fr. 5 Pf. = 3.6 Massim.; Pausan. 9, 31, 3-4).
2. In alternativa a Euridice 2. (Schol. ad Apollon. Rhod. 4, 1091), sarebbe stata la moglie di Acrisio e la madre di Danae, nonna di Perseo; Hygin. Fab. 63. 3. Figlia di Egitto, sacrificata sull’altare agli dèi apotropaici in un tardo racconto dello Ps. Plut. de fluviis 16, 1. 4. Esiste al maschile un tardo Ἀγάνιππος, guerriero troiano ucciso da Aiace insieme con molti compagni in tradizioni non omeriche (Quint. Smyrn. Posthom. 3, 227-231).
Composto dall’agg. ἀγανός “dolce, morbido”, e ἵππος, “cavalla”, potrebbe significare “cavalla docile”.

Crediti
   • Ἀγανίππη •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Leggere sul serio
14% Idee
C’è chi ti legge come un libro aperto, chi ti chiude come un libro letto, chi ti scrive come un libro bianco, chi ha perso il segnalibro, chi voleva leggerti ma le emozioni non erano in saldo, chi ti ha sfogliato e riposto sullo scaffale, chi ti ha portato⋯
Tardo autunno
13% HaikuSchiele ArtShuoshi Mizuhara
Mi desta un sogno e mi sorprende il buio, già tardo autunno!
Vorrei sapere…
12% Joyce LussuPoesie
Vorrei sapere quando ti ho perso in quale data in che momento forse quel martedì ch’ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi triste o un mese prima d’averti visto forse quella domenica pomeriggio ch’ero allegra e parlavo troppo di me forse in una data remota inesplicabile e ignota come il tr⋯
Indifferente e disorientata
11% Oliver SacksSchiele Art
Sull’aeroplano per Denver avevo letto un testo eccezionale, scritto da una bambina normale, molto dotata, di nove anni – una storia di fate da lei creata, con un meraviglioso senso del mito: tutto un mondo di magia, animismo e cosmogonie. Mentre camminava⋯
Teseo lo spartiacque
10% Bruno SnellStorie
Eppure questo mito greco è più storico di quel tipo di tradizione leggendaria che incontriamo spesso presso altri popoli. Quando, oggi, un contadino o pastore greco racconta delle vecchie rovine abbandonate del paese, comincia press’a poco così: «Una volt⋯