Padre di AlcmeoneUccise la madre Erifile, colpevole di essersi invaghita di un monile offertole da Polinice se gli avesse rivelato il nascondiglio del marito Anfiarao che si era nascosto per non partecipare alla guerra dei Sette contro Tebe, Erifile tradì il marito che trovò la morte... Leggi, figlio di OicleFiglio di Antifate 1. e di Zeuxippe 2., nipote dell'indovino Melampo; a sua volta fu padre di un indovino, lo sfortunato Anfiarao. Ne parla il suo discendente Teoclimeno, quando chiede a Telemaco di essere condotto via da Pilo verso Itaca. (Hom. Od. 15, 243-244).... Leggi e di Ipermestrauna delle 50 Danaidi; fu la sola che disobbedì al padre Danao astenendosi dall'uccidere il proprio marito, Linceo. Il popolo d'Argo la salvò quando Danao volle punirla della disobbedienza.... Leggi. Avendo saputo dall’oracolo che sarebbe morto nella guerra dei Sette contro TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi per non parteciparvi si nascose.
Aveva già deposto dal trono il re di Argo, Talao e costretto il figlio di questi (Adrasto Re di Argo presso il quale si rifugiarono Polinìce (figlio di Edipo) per sfuggire al fratello Eteocle e Tidèo (figlio di Enèo). Adrasto ricevette entrambi con cordialità e diede loro per spose Argìa e Deìpile sue figlie per fare verificare l'oracolo secondo il quale... Leggi) ad abbandonare l’Argolide. Aveva sposato Erifile Figlia di Talao (o di Ifi) e di Lisimaca, moglie di Anfiarao, re di Argo e madre di Alcmeone e Anfiloco. Attratta dalla collana di Armonia, indusse il marito, pur sapendo che egli vi avrebbe trovato la morte, a seguire il fratello di lei,... Leggi, che per vanità e leggerezza fu causa della morte del marito del quale rivelò il nascondiglio a PoliniceFiglio di Edipo e di Euriganeia, secondo l'Edipodia rapsodica, (Fr. 2 Bernabé, = Paus 9, 5, 11; Apollod. Bibl 3, 5 8); altre varianti (in Schol. ad Eurip. Phoen. 53) o di Edipo e di sua madre Giocasta, nella tradizione dei tragici, a partire... Leggi in cambio di una collana.
Costretto così a partecipare alla guerra, un giorno Anfiarao mentre era a mensa con gli altri condottieri vide un’aquila che presa la sua lancia la gettò a terra trasformandola in un ramo di alloro, e il giorno dopo mentre combatteva la terra si aprì ed inghiottì Anfiarao con tutto il suo carro da guerra.
Anfiarao si era fatto promettere dal figlio Alcmeone che in caso fosse morto avrebbe ucciso la madre Erifile rea Figlia di Urano e di Gea e sposa di Crono, fu madre di Demestra, Era, Estia, Ade, Poseidone e Zeus.... Leggi di averlo tradito. Fu venerato come un dio presso Tebe e presso Oropo la dove aveva pure due oracoli ed in suo onore si celebravano le Anfiaree.


Crediti

   • Ἀμφιάραος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Indovino figlio di Oicle e di Ipermestra, padre di Alcmeone e Anfiloco (Apollod. Bibl. 1, 8, 2; 3, 6, 3 ss.).
Si tratta di un composto della preposizione ἀμφί e del verbo ἀράομαι, “domandare con preghiere”, e anche “imprecare, maledire”; significa dunque “colui che prega per” qualcuno. È anche possibile interpretarlo come “molto deprecato, maledetto da molti”, cfr. l’etimologia popolare di OdisseoFiglio di Laerte e Anticlea (Hom. Od., passim). Le interpretazioni degli antichi sono diverse: già nei poemi omerici, questo nome è riportato al verbo *ὀδύσ(σ)ομαι, "essere arrabbiato, adirato con qualcuno, odiare"; il nome sarebbe il ricordo di un fatto sgradevole e doloroso, accaduto prima... Leggi.


Crediti

   • Ἀμφιάραος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Figlio di Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi e di Ipermestra, famoso indovino di Argo Argo1) Figlio di Agenore e di Gea. Si diceva che avesse cento occhi che dormivano e vegliavano a turni di cinquanta, era dotato di una forza immane grazie alla quale uccise il satiro che rubava le greggi agli Arcadi e così pure Echidna che... Leggi, sposò Erifile che, tentata dalla collana di ArmoniaFiglia di Ares e di Afrodite, fu moglie di Cadmo dal quale ebbe moltissimi figli. Alle sue nozze ebbe parecchi doni dagli dèi tranne che da Era. Scacciati dai sudditi da Tebe andarono nell'Illiria dove furono mutati in draghi. Armonia è la protettrice della... Leggi, che aveva il potere di conferire la bellezza a chiunque la portasse, spinse il marito a partecipare alla spedizione contro Tebe da cui non fece più ritorno; fu poi vendicato dal figlio Alcmeone.


Crediti

   • Ἀμφιάραος •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
La ragazza che vendicò Che Guevara
20% CinemaIrene Lamponi
Quando quella bella giovane tirò fuori la pistola, Quintanilla, l’uomo che aveva torturato Ernesto Che Guevara, forse avrebbe voluto dire qualcosa, forse avrebbe voluto implorarla, chiedere scusa, pregare. Forse, ma non ne ebbe la possibilità. Monika Ertl⋯
La stanza di Jenkins Hall
18% FrammentiPhilip Roth
Avevamo dormito nella stesse stanza e studiato insieme – e adesso era morto a ventun anni. Aveva definito Olivia una mignotta – e adesso era morto a ventun anni. Quando sentii del fatale incidente di Elwyn, il mio primo pensiero fu che non mi sarei sposta⋯
Aveva definito Olivia una mignotta
18% Philip RothSchiele Art
Avevamo dormito nella stesse stanza e studiato insieme – e adesso era morto a ventun anni. Aveva definito Olivia una mignotta – e adesso era morto a ventun anni. Quando sentii del fatale incidente di Elwyn, il mio primo pensiero fu che non mi sarei sposta⋯
A Pasifae piaceva il toro
18% Plutarco di CheroneaRacconti
Un giorno la regina Pasifae (la Splendente) Figlia di Elios e di Perseide, quindi sorella di Circe e di Eeta. Fu moglie di Minosse, re di Creta. A proposito del suo matrimonio con Minosse il mito narra che: così come i fratelli anche Pasifae era dotata di poteri magici... Leggi, parlando con alcune amiche, disse: “Francamente del sesso non m’importa nulla. Fosse per me, ne farei a meno”. Non l’avesse mai detto: Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, punta sul vivo, la trasformò in una ninfomane e da quel giorno la poverina non eb⋯
L’ira degli dèi
17% David JaffePercorsi
E da quel giorno in poi, fino alla fine dei tempi, tutti gli uomini che dovettero combattere per il bene o per il male, lo fecero sotto lo sguardo attento dell’uomo che aveva sconfitto un Dio… Essi furono guidati da Kratos, il mortale che era divenuto i⋯