Mostri con testa, busto e braccia di donna e il resto del corpo di uccelli rapaci con ali e artigli. Erano figlie di TaumanteFiglio di Gea e del Pònto. Padre di Iride e delle Arpie avute dalla sua unione con l'Oceanina Elettra.... Leggi e di Elettra 1) figlia di Oceano e Teti, fu madre delle Arpie e di Iride generate con Taumante; 2) una delle Pleiadi amata da Zeus, ebbe dalla loro unione Dardano, il capostipite della dinastia di Troia.... Leggi. Esse ricorrono anche nella legenda degli Argonauti Erano i cinquantadue eroi Greci partiti nel lunghissimo ed interminabile viaggio alla conquista del Vello d'oro. Capo supremo della spedizione era Giasone, seguono: Tifi, Ergino, Eufemo, Idmone, Mofo, Acaste, Anfiarao, Admeto, Anfidano, Anfione, Anceo, Argo, Asterione, Asterio, Augia, Bute, Castore, Ceneo, Cefeo, Clito, Echione,... Leggi che le misero in fuga. I loro nomi erano Celeno1) Una delle Arpie che a Salmidesso insozzavano la tavola di Fineo. Incontrata da Enea alle isole Strofadi, gli predisse difficoltà e dolori. 2) Una delle Pleiadi che si concesse a Poseidone che la rese madre di Lico e di Nitteo.... Leggi Oscurità, OcipeteUna delle Arpìe che risponde anche al nome di Ocitoe o di Ocipode.... Leggi dal volo rapido e Aello Era una delle Arpie, apportatrice di tempeste. le altre erano Ocipite (Ocitoe) e Celeno.... Leggi apportatrice di tempesta. Il termine Arpia pare provenga dal greco harpazein che significa rapire con impetuosa violenza. La loro residenza fu il giardino delle Esperidi da dove gli Argonauti le fecero fuggire e quindi andarono nelle isole StrofadiIsole della Grecia poste nel mare Ionio a sud di Zacinto. Vi trovarono rifugio le Arpie dopo che furono cacciate dalla Tracia dagli Argonauti; qui le incontrò Enea durante il suo viaggio verso l'Italia.... Leggi. Esse personificavano la morte violenta e trasportavano in volo le anime dei defunti nell’aldilà.


Crediti

   • Ἅρπυιαι •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Divinità alate, figlie di Taumante e di Elettra, rapitrici di bambini e di anime (Hesiod. Theog. 265).
È stato ipotizzato che il nome derivi dal verbo ἐρέπτομαι, “brucare, divorare”, cfr. in particolare l’aoristo ἀνερείψαντο, “togliere, rapire” (Hom. Od. 1, 241; 14, 371). Il confronto con ἁρπάζω, “rapinare, strappare” sarebbe dovuto solo ad un’etimologia popolare (Chantraine, DELG).


Crediti

   • Ἅρπυιαι •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Mostri con testa, busto e braccia di donna e il resto del corpo di uccelli rapaci con ali e artigli. Figlie di Taumante, divinità marina e figlio di PontoGea senza accoppiarsi partorì questo mare. e dell’Oceanina Elettra. Due, o tre, secondo le diverse versioni del mito, le Arpie erano, diversamente dalla sorella Iride Figlia di Taumante e Elettra, sorella delle Arpie. Personificazione dell'arcobaleno e messaggera degli dei. Fu inviata da Era a sobillare la rivolta delle donne troiane che, in Sicilia, incendiarono la flotta di Enea. Per i romani rappresenta la Fama.... Leggi, di orrido aspetto, ma come lei velocissime. Il loro nome deriva dal greco harpazein che rignifica rapire con violenza e questo spiega la rappresentazione con gli artigli. Esiodo ne nomina due, Aello e Ocipete. La terza sarebbe Celeno, l’«oscura». La loro residenza fu il giardino delle Esperidi da dove gli Argonauti le fecero fuggire e quindi andarono nelle isole Strofadi. Esse personificavano la morte violenta e trasportavano in volo le anime dei defunti nell’aldilà.


Crediti

   • Ἅρπυιαι •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
Racconto della vita
20% Martin BuberSchiele Art
Le anime non raccontano di se stesse, ma di ciò che su di esse ha agito; quanto apprendiamo dal loro racconto non appartiene perciò soltanto alla psicologia, ma alla vita.
Barlumi di anime
20% Fernando PessoaPoesie
Che noi si scriva, si parli o solo si sia visti rimaniamo evanescenti. E tutto il nostro essere non può in parola o in volto giammai trasmutarsi. L’anima nostra è da noi immensamente lontana: per quanta forza si imprima in quei nostri pensieri, mostrando ⋯
Armonico assolo
20% FrammentiWilliam Shakespeare
L’identità non era equivalenza: con la loro natura, unica pur sotto un duplice nome, esse non contavano né per uno né per due. La ragione, confusa da se stessa, vedeva l’unione nella loro divisione; assorbita l’una nell’altra, distinta una dall’altra, que⋯
Il mito di Er
19% PsicologiaUmberto Galimberti
Secondo Platone, l’anima dell’uomo è immortale e incorporea, come racconta il famoso mito di Er, contenuto nella “Repubblica”. Er, eroe morto in battaglia, racconta che la sua anima, una volta uscita dal corpo si era messa in cammino con molte altre fino ⋯
Peccato contro Eros e Pallade
19% Edward Morgan ForsterPercorsi
Non era bene pensare, non era bene nemmeno provare dei sentimenti. Lucy rinunciò a capire se stessa e si unì al grande esercito degli ottenebrati, che non seguono né il cuore né il cervello, e marciano verso il loro destino sotto le insegne del luogo comu⋯