In un poema tardo (IV sec. d.e.v.), è una delle 12 Amazzoni AmazzoniFavoloso popolo di donne guerriere che abitavano nella Cappadocia sulle rive del Termodonte, ma a volte si spingevano fino alla Scizia. Esse non ammettevano uomini nel loro paese, perciò una volta l'anno s'incontravano con loro per la continuazione della specie. Facevano morire oppure storpiavano... Leggi che accompagnarono Pentesilea Figlia di Ares e di Otrèra, fu regina delle Amazzoni. Nella guerra di Troia parteggiò per i Troiani e fu uccisa da Achille che si innamorò del suo corpo senza vita.... Leggi a Troia Città della Troade, chiamata propriamente Ilio dai Greci, teatro della decennale guerra. Secondo la leggenda sarebbe stata fondata da Troe, nipote di Dardano e padre di Ilo. Le sue mura sarebbero state costruite da Apollo e da Poseidone come espiazione per il tentativo di... Leggi, Quint. Smyrn. Posthom. 1, 43; viene uccisa da IdomeneoRe di Creta, figlio di Deucalione; partecipò alla guerra di Troia in quanto pretendente di Elena (Hom. Il. passim). La prima parte di questo nome potrebbe derivare dal monte Ida; secondo Carnoy (DEMGR) la seconda parte deriva da μένος, "forza, ardore"; potrebbe significare allora... Leggi con un colpo di lancia al seno destro, Posthom. 1, 247-248.
Participio femminile del verbo βρέμω, “rumoreggio, strepito”, di natura onomatopeica (Beekes, Etym. Dict. Greek s. v.), in riferimento allo strepito della battaglia, cfr. Clonie1. Ninfa, moglie di Irieo, madre di Nitteo e Lico 3., Apollod. Bibl. 3, 10, 1. 2. In fonti tarde, è una delle 12 Amazzoni che accompagnarono Pentesilea a Troia, Quint. Smyrn. 1, 42; dopo aver colpito un guerriero acheo di Filace, viene uccisa... Leggi, Clonio1. Un eroe Acheo del contingente beotico, Hom. Il. 2, 495; viene ucciso dal troiano Agenore figlio di Antenore presso le navi, Hom. Il. 15, 340. 2. Uno dei molti figli che Priamo ebbe da diverse donne, (Apollod. Bibl. 3, 12, 5). Da collegare... Leggi, significa “Colei che provoca il frastuono di guerra”.
Non ci sono altri riscontri di questo nome femminile nell’onomastica greca.

Crediti
   •  Βρέμουσα  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il dolore non è transitivo
18% Dino BuzzatiSchiele Art
Gli uomini, per quanto possano volersi bene, rimangano sempre lontani; se uno soffre, il dolore è completamente suo, nessun altro può prenderne su di sé una minima parte; se uno soffre, gli altri per questo non sentono male, anche se l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi è grande, e q⋯
Libri ovunque, libri sempre
15% Paul CézanneSchiele Art
Ungaretti ne aveva in battaglia sul Carso, Rigoni Stern nello zaino durante la guerra in Albania e nella ritirata di Russia, e come loro chissà quanti altri soldati. E quanti viaggiatori: il libro è il compagno ideale nei lunghi viaggi in treno e in aereo⋯
Ombra che cammina
13% PoesieSchiele ArtWilliam Shakespeare
La vita è solo un’ombra che cammina, un povero attoreEroe tessalo, re di Fere, che accolse Peleo e gli trasmise il regno alla sua morte (Apollod. Bibl. 1, 7, 3; 8, 2). Questo nome è attestato già in miceneo nella forma A-ko-to (KN Sc 239). Significa "capo", derivando dal verbo ἄγω, "condurre" col... Leggi Che si dimena la sua ora sulla scena del mondo E poi non se ne parla più. È la favola Raccontata da un’idiota, tutta strepito, furia, Che non vuol dire niente. • William Shakespeare • • Macbeth • • Ego⋯
Stabilire una pace durevole
13% Mao Tse TungPolitica
La guerra, questo mostro che fa uccidere tra loro gli uomini, verrà in ultima istanza eliminata dallo sviluppo della società umana, e ciò in un futuro non lontano. Ma per distruggere la guerra esiste soltanto un mezzo, ed è quello di lottare con la guerra⋯
L’oblio dell’essere vivi
13% Jack LondonSchiele Art
C’è un’estasi che caratterizza il culmine della vita e oltre la quale la vita non può innalzarsi. E il paradosso di vivere è tale che questa estasi arriva quando si è sommamente vivi e viene come un totale oblio dell’essere vivi. Questa estasi, questo dim⋯