Figlio del dio-fiume frigio Meandro; gareggiò nel nuoto col giovane Carpo, che però morí annegato: Calamo si disseccò per il dolore e diventò una canna sulla riva del fiume (Nonn. Dion. 11, 370-481).
Il nome significa proprio “canna“; le radice è presente nel latino culmus, nel balto-slavo (lettone salms, antico slavo slama, russo soloma, “paglia“). La radice indoeuropea è *kol mo-, *kol ma- e il vocalismo greco καλα- è spiegabile come frutto di un’assimilazione della ο- da *κολαµα a καλαµα (Chantraine, DELG).

Crediti
   •  Κάλαμος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
L’universo non sa nulla
17% Blaise PascalFilosofia
L’uomo non è che una canna, la più fragile di tutta la natura; ma è una canna pensante. Non occorre che l’universo intero si armi per annientarlo: un vapore, una goccia d’acqua è sufficiente per ucciderlo. Ma quand’anche l’universo lo schiacciasse, l’uomo⋯
Prima neve
15% HaikuKobayashi IssaSchiele Art
/> Prima neve. Piccole lanterne sulle borse di paglia.
Scacco all’amore
13% Jean-Paul SartreSocietà
Soprattutto l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, che costituisce il tentativo principale di realizzare l’unità o l’assimilazione tra l’io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi e l’altro, risulta strutturalmente conflittuale e votato allo scacco. Non c’è pertanto salvezza nell’amore: la sconfitta e lo scacco gli sono int⋯
Le cose erano prive di nome
12% Gabriel García MárquezSchiele Art
Macondo era allora un villaggio di venti case di argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova preistoriche. Il mondo era così recente, che mol⋯
Errore originario
11% FilosofiaFriedrich Nietzsche
«La credenza nella libertà della volontà è un errore originario di ogni essere organico, antico come l’epoca da cui esistono in questo moti di logicità; la credenza in sostanze incondizionate e in cose uguali è del pari un errore originario, altrettanto a⋯