Nelle Dionisiache di Nonno (sec. V p.e.v.) è una delle Baccanti BaccantiCorteo di donne incoronate di pampini che seguiva il carro di Dioniso durante i suoi errabondi viaggi in Oriente. Con tale nome furono poi indicate le sacerdotesse che celebravano i riti in suo onore. Recavano in mano il tirso, un bastone sormontato da pampini... Leggi, protagonista di una complicata vicenda amorosa con il gigantesco Morreo, campione dell’esercito indiano, innamorato di lei; Nonn. Dion. canti 33, 34 e 35, passim.
Citata solo in Nonno, che ha anche la forma -μέδεια, ed esibisce in Dion. 34, 114-121, 35, bizzarri giochi etimologici sulla sua nascita dal “bronzeo Ares” e dall’ “aurea Afrodite”. Potrebbe essere una forma ipocoristica (abbreviata) di CalcomedusaSecondo alcuni commenti omerici (Scholia ad Hom. Od. 16, 118, cfr. Eustath. ad loc., da Ellanico, Fr. 156 Fowler), sarebbe stata la moglie di Arcesio (figlio di Zeus ed Euryodia), madre di Laerte e dunque nonna di Odisseo e bisnonna di Telemaco. Singolare composto... Leggi.

Crediti
   •  Χαλκομέδη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il cavaliere con l’armatura
15% DisegniFriedrich Nietzsche
Al riguardo un solitario sconsolato non potrebbe scegliersi un simbolo migliore del cavaliere con la morte e il diavolo, come lo ha disegnato Dürer, il cavaliere con l’armatura, dallo sguardo di bronzo, duro, che sa prendere il suo cammino terribile, impe⋯
Sintomi di demenza
14% Leonardo da VinciNeuroscienze
La scienza medica è una forma di pazzia dalla quale pochi medici riescono a salvarsi. Spalleggiata dal commercialismo, questa forma di pazzia si alimenta sulla vita e sulla salute della gente. Chi crede, che l’arte medica possa compiere più di quanto la N⋯
Il giudizio di Paride
13% MediaMitologiaSergio Parilli
Quando Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, la dea dell’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi e della bellezza, arrivò all’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi tutti gli dèi la accolsero con un applauso, solo due dee non si unirono a quell’applauso: Hera Antica divinità lunare venerata ad Argo; più tardi, ma molto prima di Omero, considerata regina del cielo. Come tale la si ritenne figlia di Crono e di Rea, fu la terza ad essere stata ingoiata dal padre. Fu madre di Ares, di Ilizia, di... Leggi ed Atena AtenaEra figlia di Zeus e di Metis. Così come aveva fatto Crono anche Zeus divorò la moglie incinta in modo di avere sempre con sè la consigliera. finita la gestazione Zeus avrebbe partorito la figlia dalla testa. Efesto funse da ostetrico spaccandogli la testa... Leggi. Le due dee erano gelose della bellezza di Afrodite, fino ad allora erano loro l⋯
Vivere significa nascere ad ogni istante
13% Erich FrommSchiele Art
La nascita non è un atto, è un procedimento ininterrotto. Lo scopo della vita è di nascere pienamente, ma la sua tragedia è che la maggior parte di noi muore prima di essere veramente nato. Vivere significa nascere ad ogni istante. La morte si produce qua⋯
Mutazione continua
13% Empedocle d’AgrigentoFilosofia
Nulla nasce e nulla perisce, ma nascita e morte sono solo termini convenzionalmente utilizzati dagli esseri umani per identificare mescolanza e disgregazione delle parti dell’Essere. • Empedocle d’Agrigento • • • • • Pinterest • Marc Chagall •