Era figlia del dio Achelòo, e moglie di Alcmeóne. Quando le fu ucciso il marito dai fratelli della prima moglie, chiese od ottenne dagli dèi che i suoi due figlioletti divenissero immediatamente adulti per vendicare la morte del padre, come fecero.
Altra Callìroe, era una ragazza di Calidone Enèo re di Calidone era solito celebrare dei sacrifici in onore di tutti gli dèi per ringraziarli della benevolenza e dell'abbondanza dei raccolti, una volta si scordò di Artemide, la quale risentita si vendicò mandando a Calidone un terribile cinghiale che distruggeva i campi... Leggi, della quale si era invaghito Coréso, sacerdote di Bacco BaccoUno dei tanti nomi per indicare il dio Dioniso. Gli erano sacre le foreste e le vallate dove viveva freneticamente. Fu dio della forza fecondatrice della natura, venerato dalle donne. La sua origine è alquanto complessa, quindi ci limitiamo a queste brevi righe onde... Leggi.
Siccome ella si rifiutava di amarlo, Coréso pregò Bacco perché lo vendicasse, il dio allora fece perdere il senno ai Calidonesi. Interrogato l’Oracolo egli rispose loro che per recuperare il senno dovevano sacrificare a Bacco Callìroe, o chiunque fosse disposto a morire al posto di lei, e siccome non ci fu nessuno disposto a prenderne il posto la ragazza fu portata all’altare, dove Coréso gran sacerdote, vedendola tutta coperta di fiori, invece di colpire lei, si ficcò il coltello nel petto e morì.
Callìroe mossa a pietà di lui, allora si immolò per placare l’ombra di Coréso.


Crediti

   • Καλλιρόη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
1) Nome della figlia di Oceano e Teti (Hesiod. Theog. 288 ss.);
2) della figlia del dio-fiume Acheloo (Apollod. Bibl. 3, 7, 5);
3) della figlia del dio-fiume Scamandro (Apollod. Bibl. 3, 12, 2);
4) della figlia del re di Libia Lico (Plut. Parall. gr. rom. 23);
5) di una giovane fanciulla che respinse l’amore di un sacerdote di Dioniso e che si suicidò quando costui si uccise per non sacrificarla, come richiedeva l’oracolo per placare un’epidemia di follia (Pausan. 7, 21, 1).
Si tratta di un composto di καλός, “bello” e di ῥοή, “flutto, corrente” e significa dunque “bella corrente“.
Quando le fu ucciso il marito dai fratelli della prima moglie, chiese od ottenne dagli dèi che i suoi due figlioletti divenissero immediatamente adulti per vendicare la morte del padre, come fecero.
Altra Calliroe, era una ragazza di Calidone, della quale si era invaghito Coréso, sacerdote di Bacco.
Siccome ella si rifiutava di amarlo, Coréso pregò Bacco perché lo vendicasse, il dio allora fece perdere il senno ai Calidonesi. Interrogato l’Oracolo egli rispose loro che per recuperare il senno dovevano sacrificare a Bacco Calliroe, o chiunque fosse disposto a morire al posto di lei, e siccome non ci fu nessuno disposto a prenderne il posto la ragazza fu portata all’altare, dove Coréso gran sacerdote, vedendola tutta coperta di fiori, invece di colpire lei, si ficcò il coltello nel petto e morì. Calliroe mossa a pietà di lui, allora si immolò per placare l’ombra di Coréso.(però questi greci sono di un melodramma che di più non si può).


Crediti

   • Καλλιρόη •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La ragazza fatta di neve
20% Chiara BrambillascaRacconti
C’era una volta il contadino Ivan con sua moglie Mar’ja. Loro andavano d’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi e d’accordo. Diventarono vecchi e non ebbero figli e per questo si rammaricavano molto! Ma arrivò un altro inverno e la prima neve cadde abbondante … Così uscirono dalla capann⋯
Le persone deboli non sono innocue
17% PercorsiPhilip Roth
Reggerai di fronte alle sue grida isteriche, se si dovesse arrivare a tanto? Reggerai di fronte alle sue suppliche disperate? Riuscirai a guardare da un’altra parte mentre una persona sofferente ti implora, implora per qualcosa che vuole da te e che tu no⋯
La coscienza può esserti nemica
17% Philip RothSchiele Art
– Reggerai di fronte alle sue grida isteriche, se si dovesse arrivare a tanto? Reggerai di fronte alle sue suppliche disperate? Riuscirai a guardare da un’altra parte mentre una persona sofferente ti implora, implora per qualcosa che vuole da te e che tu ⋯
L’amore muta in più forme
16% Jordi Sierra i FabraLibri
Un anno prima della sua morte Franz Kafka visse un’esperienza insolita. Passeggiando per il parco Steglitz a Berlino incontrò una bambina, Elsi, che piangeva sconsolata: aveva perduto la sua bambola. Kafka si offrì di aiutarla a cercarla e le diede appunt⋯
Effimero stordimento
16% FrammentiHermann Hesse
Che è la concentrazione? Che l’abbandono del corpo? Che cos’è il digiuno? la sospensione del respiro? Tutto questo è fuga di fronte all’Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi, breve pausa nel tormento di essere Io, è un effimero stordimento contro il dolore insensato della vita. La stessa e⋯