1. Indovino dell’Acarnania, collegato con gli Eraclidi ritornati nel Peloponneso, fu ucciso a Naupatto da uno di essi, di nome Ippote (bisnipote di Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi), perché creduto una spia; Apollo, adiratosi, fece scoppiare una pestilenza, e per placarlo fu istituito il culto di Apollo Carneo (Schol. ad Theocr. 5, 83 b = Theopomp. FGrHist 115 F 357; Conone Narr. 26, che lo definisce “un’apparizione”, phàsma; Apollodoro Bibl. 2, 8, 3; Pausania 3, 13, 4). 2. un Carno è menzionato semplicemente come figlio di Fenice (1) ed eponimo della città di Carne in Fenicia, cfr. Steph. Byz. s. v. Κάρνη, che cita Istro. 3. Figlio di Zeus ed Europa, allevato da Latona, eròmenos di Apollo (Schol. ad Theocr. 5, 83 a); chiamato Carneio in Pausan. 3, 13, 5, che cita la poetessa Praxilla, eponimo delle feste Carnèe. Secondo un’altra versione, sempre in Pausania, furono celebrate anche presso il monte Ida, istituite dai Greci che tagliarono legno di corniolo (kràneia) per fabbricare il cavallo di Troia, con metatesi kra- > kar-. Sembra da collegare con κάρνος, “bestiame, greggi” secondo una glossa di Hesych. s. v.; deriva dalla famiglia di κέρας, “corno”, κάρα, “testa, capo” Pape-Benseler WGE, Chantraine DELG s. v..

Crediti
   •  Κάρνος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Bastò il piombo
16% FrammentiOmero di Chio
…Era il mostro di origine divina, leone la testa, il petto capra, e dragoMostro favoloso che si ritrova in tutte le antiche mitologie. Rettile alato con ali di pipistrello, con testa di cane, zampe di leone, e bocca con una o più lingue che vomita fuoco e fiamme. Nella letteratura e nell'arte cinese, è uno degli elementi... Leggi la coda; e dalla bocca orrende vampe vomitava di foco1. Eroe eponimo della Focide, figlio di Eaco e della Nereide Psamate, fratellastro di Peleo (Hesiod. Theog. 1004-05) ed anche 2. nome di un abitante di Glissa in Beozia, che stabilì che i numerosi pretendenti della figlia Calliroe dovessero battersi con le armi, ma... Leggi: e nondimeno, col favor degli Dei, l’eroe la spense… La chimera Mostro favoloso, figlia di Idra, poi partorí Chimera, che fuoco spirava, che immane era, tremenda, veloce nei piedi, gagliarda. Essa tre teste aveva: la prima di fiero leone, l'altra di capra, la terza di serpe, d'orribile drago (Esiodo, Teogonia). Fu uccisa da Bellerofonte. Vomitava... Leggi è un mostro mitologico con parti del corpo di animali diversi. ⋯
Rappresentazione primitiva della madre
15% AnonimoSchiele Art
La rappresentazione della Sacra Famiglia, segna una profonda trasformazione del tema madre-bambino. La triangolazione padre – madre – bambino, qui presente, sembra immersa in una dimensione tragica: la madre deve allontanarsi dal padre per proteggere il p⋯
Tutto, era Tutto
15% David Foster WallaceSchiele Art
– Sembra che ci sia ancora un’eternità prima del treno delle tre e quarantacinque, no? – ella insistette. – Vorrei che non avessimo da tornare a casa mai più. Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi sospirò. – Sarebbe pretendere troppo dalla vita. Qualche cosa noi lo abbiamo avuto, Sigmun⋯
Le briciole d’oro
13% José SaramagoLinguaggio
Autoritarie, paralizzanti, circolari, a volte ellittiche, le frasi a effetto, dette anche scherzosamente briciole d’oro, sono una piaga maligna, tra le peggiori che hanno infestato il mondo. Diciamo ai confusi, Conosci te stesso, come se conoscere se stes⋯
Le scuse per procrastinare
13% EstrattiMarguerite Yourcenar
Che cos’è l’insonnia se non la maniaca ostinazione della nostra mente a fabbricare pensieri, ragionamenti, sillogismi e definizioni tutte sue, il suo rifiuto di abdicare di fronte alla divina incoscienza degli occhi chiusi o alla saggia follia dei sogniSono i figli di Sonno, essi sono: Morfèo, Fobètore e Fantàso.... Leggi? ⋯