⋯ Erano per metà uomini (dalla cintola in su) e per metà cavalli; abitavano sul monte Pelio, nella Tessaglia. Famosi Chirone Era il più famoso e sapiente dei Centauri, figlio di Crono e di Filira figlia di Oceano (quindi fratellastro di Zeus). Partecipava spesso alle cacce con Artemide e da essa apprese la conoscenza della medicina e delle erbe medicinali. Fu maestro di Asclepio, Bacco,... Leggi, maestro d’Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi, FoloCentauro figlio di Sileno che viveva a Folòe in Arcadia e che ospitò Eracle (Apollod. Bibl. 2, 5, 4). L'etimologia di questo nome non è chiarita; Höfer (in Roscher, Myth. Lex. III coll. 2417-18) respingeva l'ipotesi di derivazione da φωλεός, "grotta, antro" (tuttora sostenuta... Leggi e Nesso Centauro, figlio d'Issione e di Nefele. Un giorno avendo veduto Eracle e Deianira fermati sulla sponda del fiume Eveno, le cui acque rapide erano ingrossate dalle piogge, si offrì di portare in groppa Deianira attraverso il fiume, del quale era traghettatore. Avendo tentato di... Leggi, personaggi del mito di Eracle EracleZeus incapricciatosi di Alcmena, prende le sembianze del marito di lei, Anfitrione. Zeus passa con la donna un giorno e una notte d'amore, notte che in effetti era durata tre giorni poiché Zeus aveva ordinato al sole di riposarsi per tre giorni. Intanto fatto... Leggi. Alle nozze di Piritoo Figlio di Zeus e di Dia. Avendo litigato coi Centauri per una questione di eredità, per pacificarsi l'invitò al suo matrimonio con Ippodamia. I Centauri ubriacatisi tentarono di rapire Ippodamia e tutte le donne presenti al festino. Ne nacque una grande rissa sedata con... Leggi e IppodamiaNome di diverse eroine, fra cui 1. la figlia di Enomao, re di Pisa in Elide (Pherec. Fr. 37 Fowler; Apollod. Bibl. 3, 10, 1; Epit. 2, 3 s.), che Pelope conquistò vincendo il padre di lei in una corsa di carri; 2. la... Leggi i centauri vennero a rissa coi LapitiPopolo tessalo, che ha come antenati il dio-fiume Peneo e la ninfa Creusa o Filira (Hom. Il. 2, 738 ss.; 12, 128 ss.). Secondo Carnoy (DEMGR) questo nome deriverebbe dal verbo λαπίζω, "comportarsi con insolenza, parlare troppo forte" dalla radice indoeuropea *lep-; tale radice,... Leggi che ne fecero strage. I superstiti si rifugiarono sul Pindo. Numerose nell’arte antica le raffigurazioni di centauri in statue e bassorilievi.
Virgilio mette alcuni centauri all’ingresso dell’Ade Col significato di invisibile i Greci chiamavano la divinità che regnava sull'oltretomba e l'oltretomba stesso. Il dio Ade era anche chiamato Plutone nome più usato. Grandi sono le porte dell'Ade (solo per entrare, impossibile l'uscita) e alla sua guardia sta Cerbero. Nell'Ade scorrono quattro... Leggi. Erano litigiosi, sensuali, senza limiti nel godimento di donne e bevevano vino a fiumi.
 ⋯ Il loro progenitore fu Issione Re dei Lapiti, Issione era figlio di Flegias il sacrilego inceneritore di templi, ma anch'egli, quanto a sacrilegi, non gli fu da meno. Cominciò col L'uccidere il suocero facendolo cadere in un pozzo pieno di carboni ardenti al solo scopo di non pagargli i... Leggi, il primo assassino.
Issione dopo tanto tempo chiese agli dèi il perdono delle sue pene, Zeus volle perdonarlo e nella sua magnanimità lo invitò alla mensa degli dèi. Ma Issione, che era un essere malvagio, osò insidiare Era per farle delle proposte oscene. Zeus volle metterlo alla prova per vedere fin dove arrivavano le sue brame, allora diede le forme di Era ad una nuvola (Nefele Fu la nuvola che Zeus mutò in sosia di Era e che Issione possedette generando così il primo Centauro (che non aveva nulla a che vedere coi Centauri che conosciamo). In seguito Era la diede in sposa ad Atamante. Atamante, successivamente ripudiò la propria... Leggi). Issione sfogò le sue voglie su quella nuvola che partorì il primo Centauro (era ancora totalmente umano), che si accoppiò con delle puledre che partorirono degli esseri metà uomo e metà cavallo.


Crediti

   • Κένταυροι •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Questi esseri erano dominati da Chirone che sebbene fosse un Centauro, era mentalmente diverso poiché anche la sua origine era diversa, infatti era figlio di Crono che in forma di cavallo si era unito alla ninfa Filira. Allievi di Chirone furono: Achille (del quale era bisnonno), Eracle, Castore e Polluce I due Dioscuri, figli di Zeus e di Leda e fratelli della bellissima Elena.... Leggi, Atteone Giovane che uscito un giorno per una battuta di caccia soprese la dea Artemide e le sue ninfe al bagno. Per incanto della dea seccata, Atteòne venne mutato in cervo, e i suoi cani non riconoscendolo lo sbranarono.... Leggi, Asclepio Asclepio per i Greci, Esculapio per i Romani, era il dio della medicina. Dalle origini incerte non è chiaro se in origine fosse una divinità sotterranea della Tracia o se come nel caso di Imhotep in Egitto, un uomo realmente esistito che per la... Leggi, Giasone Figlio di Esone che venne privato dal fratellastro Pelia del trono di Iolco, in Tessaglia. Fu affidato alle cure del centauro Chirone; poi, raggiunta l'età adulta, tornò a reclamare il regno che era stato del padre. Pelia accettò di consegnarglielo a patto che prima... Leggi, Aristeo Figlio di Apollo e della ninfa Cirene, fu allevato dalle ninfe che gli insegnarono a coltivare l'olivo, ad allevare le api per il miele e a rapprendere il latte. Educato dal centauro Chirone nell'arte della guerra e della caccia. Egli dedicò la sua vita... Leggi, Meleagro Figlio di Eneo (Αἰνεύς - Οἰνεύς) e di Altea (alcuni dicono figlio di Ares), re e regina di Calidone. Quando Meleagro compì sette anni, apparvero le Moire, Cloto e Lachesi predissero che Meleagro sarebbe cresciuto forte e magnanimo, ma Atropo (la inflessibile),disse che Meleagro... Leggi e tantissimi altri.

Nome di alcuni centauri

Χείρων Chirone, Ἄγριος1. Gigante ucciso dalle Moire insieme con Toòne nella Gigantomachia, mentre i due figli di Gaia combattevano contro gli dèi; Apollod. Bibl. 1, 6, 2. 2. Figlio di Porteo e fratello di Eneo (re di Calidone in Etolia, nonno di Diomede) e di Mela,... Leggi Agrio1. Gigante ucciso dalle Moire insieme con Toòne nella Gigantomachia, mentre i due figli di Gaia combattevano contro gli dèi; Apollod. Bibl. 1, 6, 2. 2. Figlio di Porteo e fratello di Eneo (re di Calidone in Etolia, nonno di Diomede) e di Mela,... Leggi, Ἄρκτος Arcto, Ἄσβολος AsboloCentauro che alle nozze di Piritòo combattè i Làpiti. Fu crocefisso da Eracle.... Leggi, Γληνεύς Gleneo, Δρύαλος Drialo, Μίμας Mimante, Νέσσος Nesso, Ὄρειος Oreo, Ὀρθάων Ortaone, Πυλήνωρ Pilenore, Σπαργεύς Spargeo, ὙλαῖοςNome di uno dei Centauri arcadi che cercarono di rapire Atalanta (l'altro si chiamava Rhoikos: Apollod. Bibl. 3, 9, 2) e furono da lei uccisi a colpi di freccia. Deriva semplicemente da ὕλη, "bosco" e significa "silvano, colui che si trova nel bosco".... Leggi IleoNome di uno dei Centauri arcadi che cercarono di rapire Atalanta (l'altro si chiamava Rhoikos: Apollod. Bibl. 3, 9, 2) e furono da lei uccisi a colpi di freccia. Deriva semplicemente da ὕλη, "bosco" e significa "silvano, colui che si trova nel bosco".... Leggi, Φόλος Folo.


Crediti

   • Κένταυροι •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Esseri metà uomini e metà cavalli (Hom. Il. 1, 262 ss.).
Chantraine (DELG) ritiene che sia da abbandonare l’ipotesi, sostenuta anche da Carnoy (DEMGR), che siano legati con i Gandharvas dell’India, e che il nome derivi da *gh endh, “emettere odore”, dato che i Centauri infettano le acque e i Gandharvas sono maleodoranti, e da αὔρα, “acqua” (dall’indoeuropeo *ar-uo); secondo Carnoy le difficoltà di questa etimologia sarebbero spiegabili con fenomeni di dissimilazione, tabú linguistici e influenze diverse. Chantraine preferisce postulare una scomposizione del nome in κεντ-, dal verbo κεντέω, “pungere”, e αὔρα, “aria” o *αὔρα, “acqua” ἄναυρος (v. anche Kretschmer, “Glotta” 10, 1920, pp. 50-58).


Crediti

   • Κένταυροι •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Esseri ingenere selvaggi e violenti, ma talvolta anche civilissimi e sapienti, metà uomini e metà cavalli, chiamati Pelio, Tessaglia, Era, Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi, Nefele, Centauro, Chirone, Achille, Folo, Nesso, Eracle, Piritoo, Ippodamia, Lapiti, Pindo.
I più celebri furono Nesso, che cercò di rapire Ippodamia moglie di Ercole, e Chirone, educatore di molti eroi.


Crediti

   • Κένταυροι •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
Reggere le redini delle pasioni
21% FilosofiaPlatone
L’anima è paragonata a un cocchio trainato da due cavalli alati. Il primo, nero, rappresenta la cosiddetta ‘anima concupiscente’, ovverosia le passioni fisiche che ci tengono legati al corpo. Questo cavallo spinge verso il basso, e alla morte del corpo ci⋯
Il mito degli Androgini
19% AristofaneMitologia
È il mito delle due metà raccontato da Aristofane, che era uno dei commensali nella cenetta (simposio) che Platone organizzava tra i suoi amici. Si lavavano le mani, si mangiava, si beveva del nettareBevanda degli dèi, che dava l'immortalità a chi la beveva.... Leggi (sciroppo di vino – una volta era molto denso e dolce)⋯
L’asino in pena
18% Edmond JabèsPoesieSchiele Art
Un asino era davvero in pena a raccontare la sua vita d’asino al bel cavallo bianco che lo sdegnava. «Esprimiti come un cavallo», gli diceva il cavallo. E l’asino gli rispondeva: «Non posso che esprimermi come un asino: lo sono. » Ma irritato il cavallo g⋯
Gli esseri frammentari
17% Georges BatailleSchiele Art
(…) la totalità divina è legata alla trasgressione della legge che fonda l’ordine degli esseri frammentari. Gli esseri frammentari che sono gli uomini si sforzano di perseverare nella frammentarietà. Ma la morte, o almeno la contemplazione di essa, li ric⋯
Enti di pensiero
15% FilosofiaHannah Arendt
Ponendo delle domande a cui non si può rispondere, sul significato, gli uomini si costituiscono come esseri interroganti… Ora, è più che probabile che se gli uomini dovessero perdere l’appetito di significato che chiamiamo pensare, se cessassero di fare d⋯