Ninfa, figlia di Penèo e di Gea Dea primigenia della Terra, nata dal Caos, generò da sola Urano e il Ponto. Veniva venerata come divinità della terra e dei morti, considerato che i morti ritornano alla terra. Era raffigurata a mezza figura uscente dal suolo.... Leggi. Quando inseguita dal dio Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi che voleva possederla a tutti i costi, pregò la madre Gea di salvarla. Allora Gea, la mutò in alloro. Apollo, innamorato staccò un ramo dalla pianta, se ne fece un serto e volle che la pianta le fosse consacrata.


Crediti

   • Δάφνη •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Ninfa, figlia di Penèo e di Gea. Quando inseguita dal dio Apollo che voleva possederla a tutti i costi, pregò la madre Gea di salvarla.
Allora Gea, la mutò in alloro. Apollo, innamorato staccò un ramo dalla pianta, se ne fece un serto e volle che la pianta le fosse consacrata.

.
…”Ninfa penea, férmati, ti prego: non t’insegue un nemico; férmati! Così davanti al lupo l’agnella, al leone la cerva, all’aquila le colombe fuggono in un turbinio d’ali, così tutte davanti al nemico; ma io t’inseguo per amore! Ahimè, che tu non cada distesa, che i rovi non ti graffino le gambe indifese, ch’io non sia causa del tuo male! Impervi sono i luoghi dove voli: corri più piano, ti prego, rallenta la tua fuga e anch’io t’inseguirò più piano. Ma sappi a chi piaci. Non sono un montanaro, non sono un pastore, io; non faccio la guardia a mandrie e greggi come uno zotico. Non sai, impudente, non sai chi fuggi, e per questo fuggi. …”Aiutami, padre”, dice. “Se voi fiumi avete qualche potere, dissolvi, mutandole, queste mie fattezze per cui troppo piacqui”… …il volto svanisce in una chioma: solo il suo splendore conserva. Anche così Febo l’ama e, poggiata la mano sul tronco, sente ancora trepidare il petto sotto quella nuova corteccia e, stringendo fra le braccia i suoi rami come un corpo, ne bacia il legno, ma quello ai suoi baci ancora si sottrae. E allora il dio: “Se non puoi essere la sposa mia, sarai almeno la mia pianta (Ovidio, Metamorfosi, I).


Crediti

   • Δάφνη •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Nome di una celebre ninfa amata da Apollo; da lui inseguita, quando stava per essere raggiunta chiese di essere trasformata e divenne così una pianta d’alloro (δάφνη) (Ovid. Met. 1, 452 ss.).
Il nome significa infatti “alloro“, laurum nobilis, termine mediterraneo imparentato con il latino laurus, cfr. la glossa λάφνη, con oscillazione fra δα- e λα- attestata in altri casi (Chantraine, DELG).


Crediti

   • Δάφνη •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Ninfa, figlia del dio fluviale PeneoFiume dell'Elide, nel Peloponneso. Con le sue acque e con quelle dell'Alfeo Eracle ripulì le stalle di re Augia.... Leggi, corteggiata da Apollo, vistasi perduta, implorò suo padre che la trasformò in alloro. Apollo, vista la metamorfosi della ninfa, decretò che, da quel momento, la pianta sarebbe servita per incoronare i poeti, gli imperatori e i più valorosi guerrieri.


Crediti

   • Δάφνη •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
Apollo e Dafne
29% Gian Lorenzo BerniniPercorsi
Si tratta di una delle sculture giovanili del Bernini, eseguite per il cardinale Scipione Borghese. L’artista ha qui tentato di rendere il movimento in scultura, operazione assai difficile considerata la natura stessa del mezzo utilizzato. Tuttavia egli h⋯
Diventare un adulto morto
21% Egon SchieleSchiele ArtWikipedia
Il bambino nasce filosofo, pone domande, ascolta, elabora risposte; poi arriva l’adulto con i suoi: “non puoi capire”, “è così e basta”, “quando crescerai capirai”, “ascolta quello che dico perché sono più grande”, “zitto quando parlano i grandi”, “è così⋯
Le regole del pensare
21% Gregory BatesonPsicologia
Figlia – Una volta ho fatto un esperimento. Padre – Quale? Figlia – Volevo vedere se riuscivo a pensare due pensieri contemporaneamente. Allora pensai “È estate” e pensai “È inverno”. E cercai di pensare alle due cose insieme. Padre – Allora? Figlia – Ma ⋯
Ragioni destituite di fondamento
21% AforismiEmil Cioran
Non c’è nulla che giustifichi il fatto di vivere. Dopo essersi spinti al limite di se stessi si possono ancora invocare argomenti, cause, effetti, considerazioni morali, ecc.? Certamente no. Per vivere non restano allora che ragioni destituite di fondamen⋯
Lo zelo di invecchiare
21% DisegniLouis-Ferdinand Céline
Ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi come arrivato al momento, all’età forse, in cui sai bene cosa perdi a ogni ora che passa. Ma non hai ancora acquistato la forza della saggezza che ci vorrebbe per fermarsi di botto sulla strada del tempo e poi comunque a fermarsi non si saprebbe nemme⋯