Nome di un figlio di Pelope ed Ippodamia, padre di Cleola che sposò Atreo e gli diede il figlio Plistene (Schol. ad Eurip. Or. 5).
Potrebbe derivare dal verbo δίεμαι, “slanciarsi” e significare “colui che si scaglia, il rapido” (Roscher, Myth. Lex. I col. 1012).

Crediti
   •  Δίας  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Elevazione
18% Charles BaudelairePoesie
Alle spalle le noie e i grandi affanni che caricano del loro peso l’esistenza brumosa, beato chi può con ala vigorosa slanciarsi verso i campi sereni e luminosi; colui i cui pensieri, come allodole, prendono liberamente il volo nei cieli del mattino, − ch⋯
Non è l’amore della verità
11% FrammentiVirginia Woolf
Nessuna passione cova più forte in petto al’uomo, del desiderio di far pensare gli altri a modo proprio. Nulla offusca tanto il cielo della sua felicità, nulla lo riempie tanto di furore, quanto il sapere che un altro tiene a vili cose di cui egli fa gran⋯
L’uomo e la morte
10% AforismiEgon SchieleSchiele Art
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sto dipingendo quel me stesso su cui poso lo sguardo, io sono contemporaneamente colui che guarda e colui che è visto.
Solitudine perfetta
9% AforismiPaul ValérySchiele Art
Dio creò l’uomo e gli diede una compagna perché sentisse più acutamente la solitudine.
Nutrimento del desiderio
9% AforismiLinguaggioLouis Brauquier
Il linguaggio prima di significare qualcosa, significa per qualcuno.