Dios kuroi, significa figli di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi. Nella mitologia greca ci sono due coppie di gemelli a portare questo nome; Anfione Figlio di Zeus e di Antiope, fratello gemello di Zeto. Nati sul Citerone furono allevati da pastori. Divenuti adulti uccisero Lico re di Tebe che aveva ripudiato la loro madre per sposare Dirce la quale per raggiungere il suo scopo aveva fatto chiudere in... Leggi e ZetoFiglio di Zeus e di Antiope, di origine tebana; insieme al gemello Anfione si vendicò dei maltrattamenti subiti dalla loro madre legando ad un toro la colpevole Dirce, moglie di Lico re di Tebe (Apollod. Bibl. 3, 5 5). I due gemelli, dopo aver... Leggi, chiamati Diòscuri tebani; Castore e Polluce I due Dioscuri, figli di Zeus e di Leda e fratelli della bellissima Elena.... Leggi i Diòscuri spartani. In ogni caso i Diòscuri cantati dai poeti per l’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi fraterno e l’inseparabilità erano quest’ultimi. I Diòscuri aiutarono gli dèi nella lotta contro i GigantiFigli di Gea, fecondata dal sangue di Urano, che era stato evirato da Crono, spesso confusi o identificati coi Titani. Esseri di straordinaria statura e di forza sovrumana, nemici degli dei, tentarono di dar la scalata all'Olimpo, ma furono colpiti insieme dai fulmini di... Leggi. I due fratelli sarebbero nati dall’uovo che Leda Madre dei Dioscuri Castore e Polluce, di Clitennestra e di Elena. Figli che concepì quando Zeus la fece sua sotto le spoglie di Cigno.... Leggi aveva concepito quando Zeus nelle spoglie di un cignoSecondo i Catasterismi (Ps. Eratostene), è l'animale in cui si mutò Zeus per accoppiarsi con Nemesi, a sua volta mutata in oca o cigno femmina (un po' diversa la versione di Hygin. Astron. 2, 8). Nemesi avrebbe partorito l'uovo che fu poi consegnato a... Leggi la fece sua. CastoreUno dei due Dioscuri, fratello di Polideuce Polluce, figlio di Zeus e di Leda. Ha tale nome anche una stella di seconda grandezza, nella costellazione dei Gemelli.... Leggi nacque mortale, mentre PolluceCon Castore, è uno dei gemelli Dioscuri, figli di Zeus e di Leda, fratelli entrambi di Elena e Clitemnestra; Hom. Il. 3, 236-244; secondo la leggenda, i quattro gemelli sarebbero nati dallo stesso uovo. Interpretato sulla base di una glossa di Hesych. δεύκει· φροντίζει,... Leggi era immortale. Quando decisero di prendere moglie, i divini gemelli rapirono le figlie di LeucippoNome di vari personaggi, fra cui: 1. il figlio di Periere e di Gorgofone, padre delle Leucippidi (Apollod. Bibl. 1, 9, 5); 2. il figlio del re di Pisa Enomao (Pausan. 8, 20, 2); 3. il figlio di Turimaco, re di Sicione (Pausan. 2,... Leggi, però le ragazze erano promesse a Ida1) Catena di montagne della Troade, in Asia Minore, dove si svolsero il giudizio di Paride, l'incontro tra Anchise e Afrodite e il ratto di Ganimede da parte di Zeus. Una tradizione vuole che qui si siano celebrate le nozze segrete tra Zeus ed... Leggi e Linceo1. Uno dei cinquanta figli di Egitto e marito di Ipermestra, l'unico che si salvò dalla strage compiuta dalle Danaidi (Apollod. Bibl. 2, 1, 5); 2. altro personaggio con questo nome è il figlio di Afareo e fratello di Ida, noto per la sua... Leggi, anch’essi gemelli e cugini dei Dioscuri. Ida e Linceo giurarono vendetta nei confronti di Castore e Polluce, così nella lite che ne seguì, Castore fu ucciso da Ida. Polluce inferocito dal dolore della perdita del fratello, inseguì i due e raggiuntoli uccide Linceo, intanto Ida stava per scagliare una stele contro Polluce, ma viene da Zeus incenerito con un fulmine per difendere il figlio. Polluce che amava il fratello chiese a Zeus di togliergli il dono dell’immortalità per potere stare col fratello e siccome questo non era possibile, Zeus gli offrì di vivere un giorno con Castore sull’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi, e un giorno con Castore sottoterra. La leggenda diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi che non potendo fare più nulla per la sorella Elena Simbolo della bellezza femminile, generatrice involontaria di odio e distruzione. Nata dall'uovo di Leda assieme a Castore e Polluce e Clitennestra. Ancora undicenne viene rapita da Teseo, non avendo l'età per amare, Teseo la nasconde in un luogo sicuro in attesa che la ragazza... Leggi, si misero a proteggere la nave che trasportava Elena. Cavalcandole affianco, proteggevano la sorella e la nave dalla potenza delle onde. Per cui furono molto venerati dai marinai.


Crediti

   • Διόσκουροι •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
 ⋯ Significa figli di Zeus. Nella mitologia greca ci sono due coppie di gemelli a portare questo nome; Anfione e Zeto, chiamati Dioscuri tebani; Castore e Polluce i Dioscuri spartani. In ogni caso i Dioscuri cantati dai poeti per l’amore fraterno e l’inseparabilità erano quest’ultimi.
I Dioscuri aiutarono gli dèi nella lotta contro i Giganti. Parteciparono al viaggio degli Argonauti Erano i cinquantadue eroi Greci partiti nel lunghissimo ed interminabile viaggio alla conquista del Vello d'oro. Capo supremo della spedizione era Giasone, seguono: Tifi, Ergino, Eufemo, Idmone, Mofo, Acaste, Anfiarao, Admeto, Anfidano, Anfione, Anceo, Argo, Asterione, Asterio, Augia, Bute, Castore, Ceneo, Cefeo, Clito, Echione,... Leggi, alla caccia del cinghiale Calidonio, imprigionarono Etra1) figlia di Pitteo, re di Trezene, sposa di Egeo; fu amata da Poseidone, da cui ebbe Teseo; secondo altri sposa di Poseidone. Teseo le affidò Elena, ma, dopo che i Dioscuri la liberarono, Etra la seguì come schiava a Sparta e a Troia,... Leggi madre di Teseo Figlio di Egeo re di Atene e di Etra figlia di Pitteo re di Trezene. Nella stessa notte ad Etra si accoppiarono sia Poseidone che Egeo legittimo sposo, ma la donna fu ingravidata solo dal dio, che lasciò ben volentieri ai due mortali, la... Leggi, reo di avere rapito la bella Elena che all’epoca era ancora bambina. I due fratelli sarebbero nati dall’uovo che Leda aveva concepito quando Zeus nelle spoglie di un cigno la fece sua; oppure da Zeus e dalla ninfa Talia I personaggi con questo nome erano diversi, fra i quali troviamo: 1) una delle Muse; 2) una delle Cariti; 3) una Ninfa compagna di Cirène; 4) la madre dei fratelli Palici.... Leggi. Erano delle divinità ctonie, per approfondire questo passo vedremo più avanti i Palici Divinità ctoniche, protettrici della zona vulcanica della piana di Catania furono ritenuti due figli gemelli di Zeus o del dio locale Adranos (Ἀδρανός) e della ninfa Talìa, o della ninfa Etna. Per sottrarsi alla persecuzione della gelosissima Era, Talìa si era fatta nascondere da... Leggi.
Castore nacque mortale, mentre Polluce era immortale. Quando decisero di prendere moglie, i divini gemelli rapirono le figlie di Leucippo, però le ragazze erano promesse a Ida e Linceo, anch’essi gemelli e cugini dei Dioscuri.
Ida e Linceo giurarono vendetta nei confronti di Castore e Polluce, così nella lite che ne seguì, Castore fu ucciso da Ida.
Polluce inferocito dal dolore della perdita del fratello, inseguì i due e raggiuntoli uccise Linceo, mentre Ida che stava per scagliare una stele contro Polluce venne incenerito con un fulmine da Zeus per difendere il figlio.
Polluce, che amava il fratello, chiese a Zeus di togliergli il dono dell’immortalità per potere stare col fratello e siccome questo non era possibile, Zeus gli offrì di vivere un giorno con Castore sull’Olimpo, e un giorno con Castore sottoterra.
Infine, Zeus commosso li portò entrambi in cielo, dove costituiscono la costellazione dei Gemelli.
Un’altra versione, molto meno romantica, narra che i cugini litigarono e si uccisero per la spartizione di una mandria di bestiame da loro rubata. In pratica dei volgarissimi abigei. Il mito narra che non potendo fare più nulla per la sorella Elena, si misero a proteggere la nave che trasportava Elena. Cavalcandole affianco, proteggevano la sorella e la nave dalla potenza delle onde. Per cui furono molto venerati dai marinai, divenendone i protettori.
In Attica erano chiamati Ἀνακοί e le loro feste Ἀνάκεια.


Crediti

   • Διόσκουροι •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Nome dei figli di Zeus e Leda, Castore e Polluce, fratelli di Elena e Clitemnestra (Hom. Il. 3, 236 ss., Apollod. Bibl. 3, 10, 6 ss.).
Si tratta di un semplice composto, con la flessione del primo termine, di Ζεύς (gen. Διός) e κοῦροι, “figli” e significa dunque “figli di Zeus”.


Crediti

   • Διόσκουροι •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Gemelli Castore e Polluce figli dalla umana Leda e Giove ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi in forma di cigno. Considerati protettori dei naviganti per aver placato una tempesta quando erano con gli Argonauti.


Crediti

   • Διόσκουροι •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
Amo le nuvole…
20% Charles BaudelaireSchiele Art
Dimmi, chi ami di più, tu uomo enigmatico? Tuo padre, tua madre, tua sorella o tuo fratello? – Non ho padre, né madre, né sorella o fratello. I tuoi amici? – Ti servi di una parola il cui senso m’è rimasto fino a questo momento sconosciuto. La tua patria?⋯
Il mito degli Androgini
19% AristofaneMitologia
È il mito delle due metà raccontato da Aristofane, che era uno dei commensali nella cenetta (simposio) che Platone organizzava tra i suoi amici. Si lavavano le mani, si mangiava, si beveva del nettareBevanda degli dèi, che dava l'immortalità a chi la beveva.... Leggi (sciroppo di vino – una volta era molto denso e dolce)⋯
Il diluvio di Deucalione
19% MitologiaRobert Graves
Il diluvio, un topos letterario assai frequente in tutte le culture, è sempre visto come atto purificatore compiuto dagli dei nei confronti di un genere umano carico di empietà. Anche in questo caso, Zeus, dio supremo dell’Olimpo, provoca l’inondazione pe⋯
Mito della datura fra gli Zuñi
17% Matilda Coxe StevensonMitologia
Nei tempi antichi, un ragazzo e una ragazza, fratello e sorella (il nome del ragazzo era A’neglakya e il nome della ragazza A’neglakyatsi’tsa), vivevano all’interno della terra, ma di frequente venivano nel mondo esterno e girovagavano, osservando molto a⋯
Le cirase
17% AforismiAndrea Calogero CamilleriPsicologia
Le memorie, si sa, sono come le cirase, una se ne tira appresso un’altra, ma ogni tanto s’intromettono nella fila ricordi non richiamati e non piacevoli che fanno deviare dalla strada principale verso viottoli scuri e lordi dove come minimo s’infangano le⋯