Seconda moglie di LicoNome di diversi eroi, fra cui: 1. il figlio di Celeno e Poseidone (Apollod. Bibl. 3, 10, 1); 2. il figlio di Prometeo e Celeno (Lyc. Alex. 132); 3. il figlio di Irieo e della ninfa Clonia (Apollod. Bibl. 3, 5, 5); 4. uno... Leggi, re di TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi. Avendo recato offesa alla prima moglie ripudiata di Lico, AntiopeRegina delle Amazzoni fu sconfitta e fatta prigioniera da Eracle che la diede a Teseo. Altra Antiope era figlia di Nitteo, che Zeus travestito da satiro sedusse. Quando Nitteo si accorse che la figlia era gravida la scacciò e la giovane ebbe asilo presso... Leggi, i figli di questa, Anfione Figlio di Zeus e di Antiope, fratello gemello di Zeto. Nati sul Citerone furono allevati da pastori. Divenuti adulti uccisero Lico re di Tebe che aveva ripudiato la loro madre per sposare Dirce la quale per raggiungere il suo scopo aveva fatto chiudere in... Leggi e ZetoFiglio di Zeus e di Antiope, di origine tebana; insieme al gemello Anfione si vendicò dei maltrattamenti subiti dalla loro madre legando ad un toro la colpevole Dirce, moglie di Lico re di Tebe (Apollod. Bibl. 3, 5 5). I due gemelli, dopo aver... Leggi, uccisero Lico e legarono Dirce tra le corna di un toro che la sfracellò sulle rocce. Come diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi Stazio nella “Tebaide”, Il corpo di Dirce si sciolse formando una fonte man mano che il suo sangue si mutava in acqua.

Crediti
   •  Δίρκη  •
 • Miti3000
 • Mitologia e dintorni
1. Famosa fonte tebana dalla bella corrente (Aesch. Septem 308; Pind. Ol. 10, 85; Isth. 8, 19-20; Soph. Ant. 104; 844). La sua acqua veneranda, veicolo di ispirazione poetica, sarebbe stata fatta sgorgare dalle Muse (Pind. Isth. 6, 74). Figlia di Ismeno (Callim. Hymn. in Del. 76-77), cui è spesso associata (Aesch. Septem 273; Eur. Bacch. 5; Herc. 781-789; Phoen. 102; 826), o di Acheloo (Eur. Bacch. 519), era sacra al dio Dioniso (ibid. 519-536; Hippol. 555-564). 2. Sposa di Lico, re di Tebe (Eur. Herc. 26-30), fu legata a un toro ad opera di Anfione e Zeto, i figli gemelli di Antiope, che intendevano cosí vendicare la loro madre. Il suo corpo fu poi gettato nella sorgente tebana che da lei prese il nome (Apollod. Bibl. 3, 5, 5; Pausan. 9, 25, 3; Hygin. Fab. 7).
Il nome si può ricondurre a una pianta διρκαία, la dircaea (Dioscor. 3, 119), detta anche “asclepiade”, pianta d’uso medicinale che per le sue proprietà curative della pelle può essere confrontata con il verbo δερκύλλειν, “grattare la pelle”, dalla radice indoeuropea *derek (Carnoy, Diction. étym. des noms grecs de plantes, s. v.). Essendo ugualmente attestata come κιρκαία, pianta adoperata per creare filtri magici (Dioscor. 4, 75), è possibile che il nome sia stato rimodellato a partire da quello della maga Circe; o al contrario che il nome di una originaria pianta κιρκαία sia stato modificato in διρκαία per influsso del nome della sorgente (Chantraine, DELG, s. v.).

Crediti
   •  Δίρκη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Ero come una sorgente
18% Jacques PrévertPoesieSchiele Art
Ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi nuda tra le sue mani sotto la gonna alzata nuda come non mai. Il mio giovane corpo era tutto una festa dalla punta dei miei piedi ai capelli sulla testa Ero come una sorgente che guidava la bacchetta del rabdomante Noi facevamo il male il male era fat⋯
La mia vita non pesa
17% Octavio PazPoesie
Quest’ora ha la forma di una pausa La pausa ha la tua forma Tu hai la forma di una fontana non d’acqua ma di tempo In cima allo zampillo della fonte saltano i miei pezzi: fui sono non sono ancora La mia vita non pesa Il passato si assottiglia Il futuro è ⋯
Il mito di Natem
16% MitologiaPlutarco Naranjo
Molto, molto tempo fa esisteva un uomo saggio. Aveva molta esperienza e sapeva tutto. Poteva vedere il passato e vaticinava quanto sarebbe avvenuto. Egli consigliava ciò che doveva fare la tribù, quando e come dovevano cacciare e quali erano gli animali b⋯
La creazione di Enkidu
16% AnonimoStorie
Così la dea concepì nella sua mente un’immagine, ed era fatta della sostanza di Anu del firmamento. Nell’acqua immerse le mani, trasse un pizzico di argilla, lo lasciò cadere nella landa deserta e fu creato il nobile Enkidu. C’era in lui la virtù del dio ⋯
Tuttavia il mio cuore batte
16% Conte di LautréamontFrammenti
Sono sporco. Roso dai pidocchi… Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi non conosco l’acqua dei fiumi, né la rugiada delle nubi. Sulla nuca, come su un letamaio, mi cresce un fungo enorme… Seduto sopra un mobile informe, non muovo le membra da quattro secoli. I miei piedi hanno messo radice ⋯