Presso gli antichi Greci, la più lunga delle gare di corsa. Fu disputata per la prima volta durante la quindicesima Olimpiade (716.712 a.C.).


Crediti

Similari
Teseo lo spartiacque
23% Bruno SnellStorie
Eppure questo mito greco è più storico di quel tipo di tradizione leggendaria che incontriamo spesso presso altri popoli. Quando, oggi, un contadino o pastore greco racconta delle vecchie rovine abbandonate del paese, comincia press’a poco così: «Una volt⋯
Fallimento del sistema planetario
23% Fred HoyleSocietà
Si è spesso detto che, se la specie umana non riuscirà a farcela qui sulla Terra, qualche altra specie porterà avanti la corsa. Nel senso dello sviluppare l’intelligenza, questa affermazione non è corretta. Abbiamo, o avremo presto, esaurito i prerequisit⋯
Riflesso della virilità
21% Aldo BusiTeatro
Nelle gare dell’emancipazione dell’umanità verso l’umanità che non lasciano scampo ad alcuna corrente vera verso la libertà dell’individuo e la felicità fra di noi se non come tradimento e utopia e disillusione verso l’eterno ritorno al punto morto di pri⋯
Destino inesorabile
21% Alessandro BariccoLibri
Sa, è molto bella l’immagine di un proiettile in corsa, è la metafora esatta del destino. Il proiettile corre e non sa se ammazzerà qualcuno o finirà ne nulla, ma intanto corre e nella sua corsa è già scritto se finirà a spappolare il cuore di un uomo o a⋯
Non c’è niente di più cattivo del buono
20% Goliarda SapienzaPsicologia
Rifletto sul significato ancestrale della frase dei nostri – per la Storia – se non nonni al massimo bisnonni, gli antichi greci, che diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi: “Nascondi la tua felicità agli dei: sono gelosi degli umani e potrebbero rubartela ancora prima che si concreti”. B⋯