Dette anche Amadrìadi, erano le ninfe Con questa parola i Greci designano una giovane donna in età sessuale matura, per cui il termine poteva essere usato per indicare senza distinzione una dea o una mortale. Il termine anche se indicava una figlia di dea o una figlia di dio non... Leggi dei boschi, figlie di Dori1)Figlia di Ocèano e di Tèti. Sposò il fratello Nerèo ed ebbe cinquanta figlie, le Nereidi. 2)stirpe ellenica che avrebbe avuto per capostipite Doro. Dalla Tessaglia, dove si erano dapprima stanziati, essi discesero nel Peloponneso: secondo la leggenda questa migrazione dorica sarebbe avvenuta nel... Leggi e di Nerèo. Vivevano nelle foreste in simbiosi con le piante e ne seguivano la sorte.


Crediti

   • Δρύαδες •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
(dal greco Drys = quercia), dette anche Amadrìadi, erano le ninfe dei boschi, figlie di Dori e di Nerèo. Vivevano nelle foreste in simbiosi con le piante e ne seguivano la sorte. Furono immaginate per impedire di distruggere troppo facilmente le foreste, in quanto non si poteva tagliare un albero prima che i sacerdoti lo dichiarassero abbandonato dalle ninfe.


Crediti

   • Δρύαδες •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Similari
Fugace fu la vostra lieta sorte
26% CinemaPoesieThomas Wyatt
Questi giorni di sangue il cuore mi hanno spezzato, lussuria e giovinezza mi hanno abbandonato. Del vostro spirito affranto molti hanno rimpianto. Un dolore così atroce fa levare alta la voce. Grande è lo sconforto per la vostra morte. Fugace fu la vostra⋯
L’albero m’è penetrato nelle mani
23% Ezra PoundPoesie
L’albero m’è penetrato nelle mani, La sua linfa m’è ascesa nelle braccia, L’albero m’è cresciuto nel seno – profondo, I rami spuntano da me come braccia. Sei albero, Sei muschio, Sei violette trascorse dal vento – Creatura – alta tanto – tu sei, E tutto q⋯
Violette trascorse dal vento
23% Ezra PoundPoesie
L’albero m’è penetrato nelle mani, La sua linfa m’è ascesa nelle braccia, L’albero m’è cresciuto nel seno – Profondo, I rami spuntano da me come braccia. Sei albero, Sei muschio, Sei violette trascorse dal vento – Creatura – alta tanto – tu sei, E tutto q⋯
Assalti della cattiva sorte
17% FilosofiaLucio Anneo Seneca
Sopportiamo le piaghe della sorte, quando essa ci assale e ci flagella, non per masochismo, ma perché si tratta di una battaglia, e saremo tanto più forti quanto più spesso la sosterremo. La parte più robusta del nostro corpo è quella sottoposta a stimoli⋯
Vedere un albero
17% Lev Nikolàevič TolstòjSchiele Art
Un uomo che prima ha guardato nella nebbia un filo d’erba della steppa e l’ha scambiato per un albero, non può più, dopo aver riconosciuto il filo d’erba, vedere in esso un albero.