Figlia di Pandareo e moglie di Zeto, che aveva il solo figlio Itilo; per invidia voleva uccidere il figlio maggiore della feconda cognata Niobe, ma per errore uccise il proprio e fu trasformata dagli dèi in usignolo (Hom. Od. 19, 518 ss. e schol. ad loc.). Il nome significa appunto “usignolo”, ἀηδών.

Crediti
   •  Ἀηδών  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Sapere teorico?
19% Jacques DerridaLinguaggio
Inizialmente e nella sua determinazione classica, la menzogna non è l’errore. Si può essere nell’errore, ci si può ingannare, è possibile anche dire il falso senza cercare di ingannare e quindi senza mentire. È vero che le esperienze della menzogna, dell’⋯
Parole inutili
17% LinguaggioMarco Aurelio
Non c’è nulla di più infelice di chi gira intorno a ogni cosa e indaga «ciò che è sotterra», e cerca di penetrare, congetturando, i segreti dell’anima del prossimo, non rendendosi conto che sarebbe sufficiente rivolgersi solo al proprio demone interiore e⋯
Canto dell’usignolo
16% HaikuJorge Luis BorgesSchiele Art
Lontano un trillo. L’usignolo non sa che ti consola.
Compagno della certezza
16% FrammentiLouis Aragon
Esiste un regno oscuro che gli occhi dell’uomo evitano perché il suo orizzonte manca notevolmente di compiacerlo. Questa oscurità, che egli immagina di poter evitare di considerare nel descrivere la luce, è l’errore con le sue caratteristiche sconosciute.⋯
L’usignolo canta
16% HaikuKobayashi IssaSchiele Art
Il susino è in fiore, l’usignolo canta, e io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono solo!