1. Figlio di Zeus e dell’Atlantide Elettra 2., fratello di Dardano, sarebbe stato colpito dal fulmine per essersi unito con Demetra (Ps. Hes. Fr. 177 M.-W.); possibile doppione di Iasione, cfr. Dion. Halic. 1, 61, 1; Apollod. Bibl. 3. 12, 1; Wathelet, Dict. des Troyens, p. 569. 2. Padre di Pode (ΠοδῆςFiglio di Eetione 2., guerriero troiano compagno di banchetti di Ettore (dunque non si tratta di Etione 3., il suocero di Ettore, come spiega Eustath. ad Il. 17, 575, ma del figlio di un altro Eetione), ucciso da Menelao con un colpo di lancia... Leggi), guerriero troiano compagno di Ettore, ucciso da Menelao; Hom. Il. 17, 575 e 590; lo Scolio A ad loc. precisa che non si tratta del padre di Andromaca. 3. Re di Teba (Θήβη) o Tebe (Θήβαι) Ipoplacia, una cittadina della Troade, che Omero (Hom. Il. 6, 397) situa “in Cilicia”, ma che doveva trovarsi presso Adramyttion, (oggi Edremit) a sud dell’Ida, alle falde del boscoso monte Plakos, dunque in Misia, non lontano da Crisa. Dal monte Plakos deriva alla città l’appellativo di Tebe Ipo-placia (la città era scomparsa in epoca storica, Strabo 13, 1, 61). Da questa Tebe Ipoplacia, Andromaca viene portata a Troia come sposa da Ettore; Sapph. Fr. 44 Voigt, che sembra parlare di una “fonte Placia”, v. 6. La questione di questa città era già discussa dagli antichi (Strabo 13, 3, 1).
Spesso citato (10 volte) nell’Iliade, era il padre di Andromaca, che ebbe, con altri sette maschi, da una regina di cui non si conosce il nome né la stirpe. Fu ucciso da Achille, il quale lo fece seppellire con le armi e tutti gli onori, dopo aver ucciso tutti i suoi 7 figli, e aver deportato sua moglie vendendola per un ricco riscatto (Hom. Il. 6, 421-428). 4. Personaggio di Imbro, che aveva riscattato a caro prezzo a Lemnos il giovane Leonteo 1. da Euneo giasonide di Lemnos, al quale fu venduto come schiavo da Achille, e lo aveva portato ad Arisbe; Hom. Il. 21, 34-127. 5. In tradizioni tardive, (Quint. Smyrn. Posthom. 6, 639-641) è un AcheoFiglio di Xuto e nipote di Elleno, è il mitico capostipite degli Achei. Come termine è relativo all'Acaia ed agli Achei. Il dialetto greco parlato dagli Achei di epoca storica. La lingua parlata dagli antichi Achei (III. II millennio a.C.), della quale possediamo conoscenze... Leggi colpito alla mascella da una freccia di Paride Secondo figlio di Priamo e di Ecuba, strumento degli dèi per la distruzione di Troia. Già prima che nascesse la madre sognò di partorire una torcia la quale avrebbe bruciato l'Asia. Esaco altro figlio di Priamo che aveva la facoltà di dare oracoli rivelò... Leggi.
Questo idionimo, che appare legato all’area tracia o misia, potrebbe essere di origine non greca. Né von Kamptz (Homer. Personennamen, p. 135), né Wathelet (Dict. des Troyens, pp. 563-564) accettano l’improbabile etimologia che lo vorrebbe mettere in relazione con αἰετός, “aquila” (Carnoy DEMG, s. v. p. 49). Del tutto improponibile anche la relazione con ἔτης (eol. Ϝέτᾱς), “compagno, amico”, che si trova in Room, (Room’s Class. Dict., pp. 120-121).

Crediti
   •  Ἠετίων  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Il potere continua a farci parlare
15% FilosofiaGilles DeleuzeSchiele Art
Non è che ci metta in bocca parole false, ci costringe a parlare. Di nuovo: “Esprimiti, compagno”. Ma “esprimiti, compagno” è la formula del potere… Il potere diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi: “Sta zitto, compagno” quando qualcuno ha qualcosa da dire, cioè quando qualcuno resiste. A⋯
Gli obiettivi tattici
12% Antonio GramsciPolitica
Il compagno Lenin ci ha insegnato che per vincere il nostro nemico di classe, che è potente, che ha molti mezzi e riserve a sua disposizione, noi dobbiamo sfruttare ogni incrinatura nel suo fronte e dobbiamo utilizzare ogni alleato possibile, sia pure inc⋯
Il cantautore marxista
11% AnonimoMusica
– “Sei tu Victor Jara, Coglione. Il cantautore marxista, il cantautore di merda?” Così si rivolse a Victor Jara un alto ufficiale fascista il 12 settembre 1973, giorno in cui il cantautore fu prelevato dall’Università Tecnica dello Stato assieme ad altri ⋯
Massa variopinta di abitanti
11% Ivo AndrićSchiele Art
Qui arrivano e di qui passano tutti coloro che quotidianamente vengono fermati e arrestati in questa grande e popolosa città, per aver commesso un reato o per essere sospettati di averlo commesso, e in città di reati se ne commettono davvero tanti e di og⋯
Tu non sei Odisseo
10% FrammentiOmero di Chio
Così dicendo baciò il figlio e per le guance il pianto a terra scorreva: prima l’aveva frenato. Telemaco Figlio di Ulisse e di Penelope. Quando il padre partì per la guerra di Troia, Telemaco era appena nato, poi, mentre Ulisse era tenuto lontano da Itaca dall'odio di Poseidone, tenne a bada i pretendenti della madre e si mise in viaggio per raccogliere... Leggi – poiché non ancora credeva che fosse il padre – gli disse di nuovo, rispondendo, parole: . «No, tu non sei OdisseoFiglio di Laerte e Anticlea (Hom. Od., passim). Le interpretazioni degli antichi sono diverse: già nei poemi omerici, questo nome è riportato al verbo *ὀδύσ(σ)ομαι, "essere arrabbiato, adirato con qualcuno, odiare"; il nome sarebbe il ricordo di un fatto sgradevole e doloroso, accaduto prima... Leggi, non sei il padre mio, ma m’incant⋯