Nome del figlio di Calcodonte e nipote di Abante, della dinastia argiva, uccise involontariamente il nonno e fu esiliato dall’Eubea; fu tra i pretendenti di Elena e partecipò alla guerra di Troia (Apollod. Bibl. 3, 10, 8; Hom. Il. 2, 540).
Si tratta di un composto di ἐλεφαίρομαι, “ingannare” e di ἀνήρ, “uomo” (Chantraine, DELG, s. v. ἐλεφαίρομαι, e von Kamptz, Homerische Personennamen, p. 191) e significa dunque “ingannatore”. Meno accettabile sembra invece l’interpretazione di Carnoy (DEMGR) “che fa torto agli uomini”, con derivazione dall’indoeuropeo *uelebh.

Crediti
   •  Ἐλεφήνωρ  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Inosservati per il mondo
16% Elias CanettiSchiele Art
Mi sembra che la storia, in passato, fosse meno pericolosa: prima, per lo meno, di tanto in tanto si perdeva. Oggi invece è incatenata a sé per sempre dalla scrittura. Offre ai secoli futuri i documenti più falsi, più bugiardi, più vili. Oggi non si può s⋯
Divenire sapienti
15% FilosofiaPlatone
Sarebbe forse utile a un uomo possedere molte cose e farne molte, qualora non avesse intelligenza, o piuttosto gli converrebbe possedere e operare poche cose, con intelligenza? Vedi un po’: operando meno non cadrebbe in meno errori? E facendo meno errori ⋯
Le aporie di K
14% Alessandro BellanFrammenti
Come la “storia semplice” diventa “confusa” e Josef K. si arrende all’impossibilità di venirne a capo, allo stesso modo la verità si dissolve nella sua interpretazione, anzi diventa l’interpretazione stessa: ma questo distrugge la possibilità stessa dell’⋯
La fine dell’uomo
12% Boris PasternakSchiele Art
È bene quando una persona contraddice le nostre aspettative, quando è diversa dall’immagine che ce ne siamo fatta. Appartenere a un tipo significa la fine dell’uomo, la sua condanna. Se non si sa, invece, come catalogarlo, se sfugge a una definizione, è g⋯
L’essere diventa traccia
12% FilosofiaJacques Derrida
L’essere si “differenzia” nel linguaggio, si media nel linguaggio, si aliena nel linguaggio, diventa altro da sé, si rende presente ma assente nello stesso tempo, diventa segno, diventa traccia. La verità si trasforma in traccia, si contamina, si intacca ⋯