Dea della guerra, della distruzione e della strage, evocata assieme a EnialioPer gli antichi Greci era il dio della guerra, coadiuvato da Enio. Era venerato nelle zone di Gortina, Salamina e Tirinto. I Romani lo identificarono con Quirino.... Leggi.


Crediti

   • Ἐνυώ •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Divinità minore della guerra, appartenente alla cerchia di Ares (Hom. Il. 5, 592).
Diversi tentativi di spiegazione di questo nome sono stati fatti già dagli antichi: 1) da ἐν-αύω, “gridare”, con riferimento alle urla del combattente; 2) da ἐν-ίημι, “infondere (animo e vigore)“; 3) derivante da ἕνω, corrispondente a φρονεύω (Stoll, in Roscher, Myth. Lex. I col. 1251). Carnoy (DEMGR) giudica queste ipotesi poco convincenti e preferisce interpretare il nome come un composto di ἐν e di us, forma debole dell’indoeuropeo *ues, “pungere” e intenderlo come “la pungente”. Meglio forse interpretarlo, come fanno Chantraine (DELG, s. v. Ἐνυάλιος) e Wathelet (Dictionnaire des Troyens de l’IliadePoema epico dell'antica civiltà greca, del sec. VIII a.C. composto da Omero, in 24 canti o libri di complessivi 15.693 esametri in dialetto jonico. Racconta i fatti dell'ultimo mese e mezzo della decennale guerra di Ilio o Troia; il sorgere dell'ira di Achille verso... Leggi, p. 524), come appartenente alla stessa famiglia di Ἐνυ-άλιος ed intenderlo come nome preellenico.


Crediti

   • Ἐνυώ •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Moto radiante
15% AforismiVirginia Woolf
Penso a come contiamo poco, come tutti contino poco; com’è travolgente e frenetica e imperiosa la vita, e come tutte queste moltitudini annaspino per restare a galla.
Il passato neutro
15% FrammentiJavier Marìas
L’errore di credere che il presente sia per sempre, che quel che c’è in ogni istante sia definitivo, quando tutti dovremmo sapere che niente lo è, fino a che ci resta un po’ di tempo. Ci trasciniamo dietro abbastanza capovolgimenti e giri, non soltanto de⋯
Libertà massacrante
13% Pier Paolo PasoliniPoesie
Ho voluto la mia solitudine sono senza amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, mentre, barbaro o miseramente borghese, il mondo è pieno, pieno d’amore… e sono qui come un animale senza nome: da nulla consacrato, non appartenente a nessuno, libero di una libertà che mi ha massacrato.
La verità è una per ciascuno
13% Antonio MachadoPsicologia
Che quel cielo azzurro che tutti vediamo, diceva il mio maestro, e che tutti chiamiamo azzurro, generi in ognuno di noi la stessa sensazione d’azzurro, è un’ipotesi improbabile e, indubbiamente, difficile da dimostrare. Che il numero di vibrazioni dell’et⋯
Assalti della cattiva sorte
13% FilosofiaLucio Anneo Seneca
Sopportiamo le piaghe della sorte, quando essa ci assale e ci flagella, non per masochismo, ma perché si tratta di una battaglia, e saremo tanto più forti quanto più spesso la sosterremo. La parte più robusta del nostro corpo è quella sottoposta a stimoli⋯