Della generazione dei Titani I Titani erano delle divinità antichissime, tanto antiche che presso i Greci non avevano più culto, fatta eccezione per Elio e Crono. I Titani erano figli di Urano e di Gea, erano sei maschi e sei femmine i loro nomi sono: I maschi Coio,... Leggi, era fratello di Atlante Gigante figlio di Giapèto per aver aiutato gli altri giganti nella rivolta contro Zeus, fu condannato a reggere il peso del mondo sulle spalle. Egli possedeva il giardino delle esperidi, dove maturavano i famosi pomi d'oro. Prima che Zeus lo condannasse a quella triste... Leggi e di Prometeo Titano figlio di Giapeto e di Climene figlia di Oceano. In origine era solamente un Titano intelligente che riuscì ad ingannare Zeus, ma successivamente fu trasformato nel creatore e salvatore del genere umano mentre Zeus appare come un crudele tiranno. Quando i Titani sfidarono... Leggi, sua esatto opposto. Ebbe da Ermes ErmesFiglio di Zeus e di Maia la più grande delle Pleiadi. Ermes veniva considerato come la personificazione del vento e come tale ne aveva le caratteristiche: la velocità, la leggerezza, l'incostanza, la monelleria e l'umore scherzoso. Caratterizzato da astuzia e abilità, gli furono date... Leggi l’insidioso dono di Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi e accolse Pandora Fu la prima donna creata da Efesto per ordine di Zeus che volendo punire gli uomini per avere ricevuto da Prometeo il fuoco sacro. Gli dèi si misero all'opera e crearono la donna che Ermes chiamò Pandòra, gli diedero un vaso chiuso e la... Leggi, fonte di tutti i mali dell’umanità.


Crediti

   • Ἐπιμηθεύς •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
 ⋯ Figlio di Giapeto (Ἰαπετός) e Asia (Ἀσία) (o di Climene1) Figlia di Oceano e Teti, sposa di Giapeto al quale generò Atlante, Prometeo e Epimeteo. 2) Una della Nereidi, moglie di Prometeo e madre di Deucalione.... Leggi (Κλῠμένη), secondo Igino), della generazione dei Titani, era fratello di Atlante, di Menetio e di Prometeo del quale era l’esatto opposto. Ebbe da Ermes l’insidioso dono di Zeus e accolse Pandora, fonte di tutti i mali dell’umanità. Il suo nome significa “colui che capisce dopo”. Quando Prometeo incominciò a formare col fango gli esseri che dovevano abitare il mondo, Epiteto fu incaricato di distribuire a tutti gli esseri viventi le loro caratteristiche. Ma Epimeteo dosò male le parti, cosicché, quando giunse il momento di creare l’uomo, non restava più niente da dargli, ed egli rischiava di venire al mondo nudo e inerme; per questo Prometeo dovette rubare l’abilità inventiva ad Atena AtenaEra figlia di Zeus e di Metis. Così come aveva fatto Crono anche Zeus divorò la moglie incinta in modo di avere sempre con sè la consigliera. finita la gestazione Zeus avrebbe partorito la figlia dalla testa. Efesto funse da ostetrico spaccandogli la testa... Leggi ed Efesto EfestoDio del fuoco e fabbro della mitologia greca, era l'equivalente del dio Vulcano dei Romani. Siccome Zeus aveva generato Atena senza partecipazione femminile, facendola nascere dalla sua testa, Era ingelosita volle fare altrettanto e così senza avere contatto con uomo, generò Efèsto, ma nacque... Leggi, e fu la sua capacità di artigiano a farlo sopravvivere e a renderlo potente.


Crediti

   • Ἐπιμηθεύς •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Figlio di Giapeto e Climene, fratello di Atlante, Menezio e Prometeo (Hes. Theog. 511 ss.), appartiene alla stirpe “titanica” che precede la generazione degli dèi olimpici. Accolse nella sua casa la prima donna, Pandora, fabbricata da Efesto (Hes. Op. 60-63).
Il nome significa “colui che pensa dopo”, ed è già in Esiodo contrapposto a Prometeo, derivante da προμηθής, “previdente”, con sostituzione di πρό-, “prima” con ἐπί, “dopo”.


Crediti

   • Ἐπιμηθεύς •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Il cui nome significa: “quello che pensa dopo” che ne sottolinea il carattere impulsivo e sventato era un Titano fratello gemello di Prometeo (il suo nome significa “preveggente“, Pro-me-theus, colui che vede innanzi a sé, cioè nel futuro contribuì, sposando Pandora, ai guai dell’umanità.


Crediti

   • Ἐπιμηθεύς •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
Accettare la natura di tutti gli esseri
20% FilosofiaPlotino
Colui che si rammarica della natura del mondo non sa dunque che cosa fa, e fino a dove giunga la sua audacia. È che ignora il seguito regolare delle cose dalle prime alle seconde, poi alle terze, e così di seguito fino alle ultime: non bisogna perciò insu⋯
Il peggiore dei mali
20% Irvin YalomPercorsi
Si deve essere pronti ad ardere nella propria fiamma: com’è possibile rinnovarsi senza prima essere divenuti cenere? Quando il vaso di Pandora fu aperto, così che tutti i mali lì rinchiusi da Zeus dilagarono per il mondo dell’uomo,ve ne rimase uno,ignoto ⋯
Farsi storia delle utopie
19% Oscar WildeSchiele Art
Una carta del mondo che non contiene il Paese dell’Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo, perché non contempla il solo Paese al quale l’Umanità approda di continuo. E quando vi getta l’ancora, la vedetta scorge un Paese migliore e l’Umanità di nuovo f⋯
Perché sono comunista
17% Nazim HikmetPolitica
Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sono comunista Perché non vedo una economia migliore nel mondo che il comunismo. Io sono comunista Perché soffro nel vedere le persone soffrire. Io sono comunista Perché credo fermamente nell’utopia d’una società giusta. Io sono comunista Perché ognuno⋯
La libertà di Bruno
17% Bertrando SpaventaFilosofia
Bruno è il vero eroe del pensiero: l’araldo e martire della nuova e libera filosofia. Se libertà non vuol dire un facile dimenarsi nel vuoto, ma il lottare contro gli enimmi dell’universo e contro i vecchi pregiudizi, i vecchi sistemi e tutta la potenza d⋯