⋯
In Fenicia viveva una bellissima principessa, Europa, figlia di Agenore e di Telefassa. (o di ArgiopeNome: 1. di una ninfa del Parnaso (Apollod. Bibl. 1, 3, 3); 2. della figlia del re di Misia, Teutras (Diod. Sic. 4, 33); 3. della figlia del fiume Nilo (Pherec. Fr. 21 Fowler, = Schol. ad Apollon. Rh. 3, 1177-1187; Hygin. Fab. 6,... Leggi, secondo Igino). La giovane donna si recava spesso con le sue coetanee, sulle rive del mare per bagnarsi o per intrecciare ghirlande di fiori.
Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi dall’alto la vide e se ne innamorò, scese dall’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi e per non intimorire la ragazza si mutò in uno splendido toro bianco, mettendosi a pascolare.

Vedendolo mansueto Europa si avvicinò senza timore e si mise ad accarezzarlo, poi per gioco gli salì in groppa.
Allora il toro che era stato mansueto si mise a correre verso il mare e sempre sul mare sul quale galoppava come se fosse sulla sabbia, il toro si diresse sull’isola di Creta. Dopo diverso tempo giunto sull’isola il toro si fermò all’ombra di un’albero e prese le sue sembianze divine fece sua la bella Europa che generò MinosseFiglio di Zeus e di Europa. La madre dopo essere stata abbandonata da Zeus sposa Asterio re di Creta, alla morte di costui pretese la successione al trono, perciò prego Poseidone che gli mandasse egli stesso la vittima da sacrificare per la sua incoronazione,... Leggi, RadamantoRe di Creta, figlio di Europa e di Zeus, uno dei tre giudici nel mondo degli Inferi. È citato già nell'Elisio in Hom. Od. 4, 564 (cfr. anche 7, 323) con l'epiteto ξανθός. Fu un uomo onesto, giusto, redasse con saggezza la legislazione cretese,... Leggi e, secondo una leggenda più tarda, anche Sarpedonte1. Capo di un contingente licio che combatte a fianco dei Troiani (Hom. Il. 2, 876, etc.), e anche: 2. nome di un eroe del ciclo cretese, figlio di Zeus ed Europa, fratello di Minosse e Radamanto (Apollod. Bibl. 2, 1, 1 ss.) e... Leggi.

…esita a toccarlo; ma poi gli si accosta e a quel candido muso porge dei fiori. Gode l’innamorato e, in attesa del piacere sognato, le bacia le mani: a stento ormai, a stento rimanda il resto; intanto si sfrena gioioso saltando sull’erba verde o stendendo il fianco color di neve sulla rena bionda; e allontanata a poco a poco da lei la paura, le offre il petto perché l’accarezzi con la sua mano ingenua, o le corna perché le inghirlandi ancora di fiori. E la figlia del re s’adagia persino sul suo dorso, senza sapere su chi si siede… (Ovidio, Metamorfosi II – III).

Europa sposò poi AsterioneNome di un re di Creta che sposò Europa e ne ebbe numerosi figli (Apollod. Bibl. 3, 1, 2), chiamato anche Asterio. Deriva da ἀστήρ, "stella"; è tratto da ἀστέριος, appellativo cretese di Zeus. Significa dunque "stellato".... Leggi re di Creta che allevò come suoi i figli di Zeus.

Fanciul, quel bianco TauroNome dato a pretesi eroi cretesi per spiegare i miti del Minotauro e di Europa (cfr. Plut. Thes. 16; 19). Chantraine (DELG, s. v. ταῦρος) ipotizza che il vocalismo -a- sia forse popolare. Deriva dall'indoeuropeo *tauros; fuori dal greco ha dei corrispondenti esatti nel... Leggi
Certo cred’io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi sia Zeus:
Ha sul dorso la bionda
Vergin Sidonia, e move Pel vasto mare, e l’onda
Par colle zampe rompere:
Qual potrebbe altro Tauro,
Se non quello, varcare
Si agevolmente il mare? (Versi di Anacreonte recitati in Sopra una pittura rappresentante Europa)


Crediti

   • Εὐρώπη •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Nome di diverse eroine, la piú celebre delle quali è la figlia di Agenore e Telefassa, amata da Zeus tramutatosi in un candido torello (Hom. Il. 14, 321 ss.).
Secondo Chantraine (DELG) l’etimologia è sconosciuta; Frisk invece (Griech. Et. Wört., p. 593) ritiene che possa trattarsi di un nome pregreco: questa ipotesi, sostenuta anche da Sommer (“Indog. Forsch”. 55, 1937, p. 185 n. 1), non sembra molto plausibile. Berger (P.-W. s. v., VI col. 1287) ritiene che sia un composto di εὐρύς, “ampio” e di ὀπ-, “occhio”; altri significati sono: “che risuona da lontano” (ὀπ-, “voce”) e “oscuro”, dati già dagli antichi. Collegamenti sono stati operati anche col semitico (Grimme, “Glotta” 14, 1925, p. 17; cfr. la puntuale sintesi di Cássola, Studi Mazzarino, pp. 48-54), o addirittura con l’accadico erebu “tramonto”, cioè “terra del tramonto, dell’occidente”. Cássola propende con ragione per riconoscere un composto da εὐρύς e -ωψ, “dall’ampio sguardo”. Certo è che i greci dovevano intendere questo nome come analogo ai molti altri antroponimi femminili in -ωπη, dunque sembra molto probabile il significato: “dall’ampio volto”. Improponibili, per un nome femminile, le proposte di collegare il primo membro del composto a εὐρώεις, “caliginoso, muffito, oscuro”.


Crediti

   • Εὐρώπη •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
La figura di Europa appartiene alla mitologia greca: era la figlia del re fenicio AgenoreFiglio di Poseidone e di Libia (re di Tiro), marito di Tefassa e padre di Cadmo, Fenice, Cilice e Europa. Quando Zeus rapì Europa (sotto forma di Toro) Agenore mandò i rimanenti figli alla ricerca della sorella con l'imposizione di non fare ritorno a... Leggi e sorella di Cadmo Figlio del re fenicio Agenore di Sidone e di Telefassa, era fratello di Europa, la fanciulla rapita da Zeus in forma di toro. Fondò il primo nucleo di Tebe e sposò Armonia, dalla quale ebbe le sfortunate figlie Autonoe, Ino, Agave e Semele. Verso... Leggi, fondatore di TebeFiglia di Asopo e di Metope e sposa di Zeto che per amore diede il nome della moglie alla città che fino a quel momento era chiamata Cadmea.... Leggi. Zeus si invaghì della sua bellezza e ricorse ad una delle sue metamorfosi per avvicinarla.
Assunse le sembianze di un toro mansueto, così Europa gli si avvicinò incuriosita e cominciò ad accarezzarlo.
A un certo punto le venne voglia di cavalcarlo. Zeus non aspettava altro, e si mise a correre; Europa, spaventata se ne stava aggrappata sulla sua groppa.
Attraversarono il mare, giunsero nell’isola di Creta e Zeus riprese il suo aspetto facendo innamorare anche Europa.
Dalla loro unione nacquero Minosse, leggendario re di Creta e Radamante.


Crediti

   • Εὐρώπη •
 • Wikipedia •
 • Mitologia greca •
Similari
La ghiott’Europa
52% Guido CagnacciMedia
Quando Zeus vede alla giovane Europa si trasforma in toro, la fa salire sul suo dorso e se la porta lontano da Creta per possederla. Oggi il toro è il simbolo dei mercati finanziari, e il ratto d’Europa è l’efficace metafora di quanto sta accadendo. • Gui⋯
Il Mediterraneo e l’Europa
24% LibriPredrag Matvejević
I Greci avevano più termini per il mare: hals è il sale, il mare come materia; pontos è il mare come distesa e viaggio; pelagos è il vasto e aperto mare; thalassa è un concetto di carattere generale (di origine sconosciuta, forse cretese), mare come esper⋯
Sugli Stati Uniti d’Europa
22% Rosa LuxemburgSocietà
L’idea degli Stati Uniti d’Europa come condizione per la pace potrebbe a prima vista sembrare ad alcuni plausibile, ma a un esame più attento non ha nulla in comune con il metodo di analisi e con la concezione della socialdemocrazia. In quanto seguaci del⋯
A Pasifae piaceva il toro
20% Plutarco di CheroneaRacconti
Un giorno la regina Pasifae (la Splendente) Figlia di Elios e di Perseide, quindi sorella di Circe e di Eeta. Fu moglie di Minosse, re di Creta. A proposito del suo matrimonio con Minosse il mito narra che: così come i fratelli anche Pasifae era dotata di poteri magici... Leggi, parlando con alcune amiche, disse: “Francamente del sesso non m’importa nulla. Fosse per me, ne farei a meno”. Non l’avesse mai detto: Afrodite AfroditeDea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. In occidente il culto della dea ebbe il suo maggior centro in Sicilia ad Erice dove esisteva un tempio dedicato a Tanit. Si praticavano riti di fecondità e la prostituzione sacra. Dalla Sicilia il culto... Leggi, punta sul vivo, la trasformò in una ninfomane e da quel giorno la poverina non eb⋯
Mito della datura fra gli Zuñi
18% Matilda Coxe StevensonMitologia
Nei tempi antichi, un ragazzo e una ragazza, fratello e sorella (il nome del ragazzo era A’neglakya e il nome della ragazza A’neglakyatsi’tsa), vivevano all’interno della terra, ma di frequente venivano nel mondo esterno e girovagavano, osservando molto a⋯