Mitica figlia di Oceano e di Teti. Per sfuggire a Crono si trasformò in giumenta, ma fu ugualmente sedotta dal dio trasformato in cavallo e generò il centauro Chirone. Da Zeus fu trasformata in tiglio (in greco philira).


Crediti

   • Φιλύρα •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
 ⋯ Figlia di OceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi e di Teti Due sono i personaggi col nome di Teti; 1) una è Tethys che fu sposa di Oceano e madre dei fiumi e delle Oceanine. 2) L'altra è Thetis (una oceanina) detta anche Tetide, figlia di Nereo e di Doride e perciò nipote di Tethys.... Leggi. Per sfuggire a Crono I latini lo identificarono con Saturno, era il più giovane dei Titani. Sua sposa fu Rhea (Opi per i romani), nota anche col nome di Cibele, dal nome della dea frigia chiamata Madre degli déi o Grande Madre. Figlio di Urano (il cielo) e... Leggi si trasformò in giumenta, ma fu ugualmente sedotta dal dio che trasformatosi a sua volta in cavallo la montò e generò il centauro Chirone Era il più famoso e sapiente dei Centauri, figlio di Crono e di Filira figlia di Oceano (quindi fratellastro di Zeus). Partecipava spesso alle cacce con Artemide e da essa apprese la conoscenza della medicina e delle erbe medicinali. Fu maestro di Asclepio, Bacco,... Leggi.
Filira vedendo di avere generato una specie mai vista chiese a Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi di trasformarla in un’altra specie: Zeus la mutò in tiglio (in greco philira).
Con Crono generò anche Dolope, eponimo dei Dolopi; e Afros eponimo degli Afri o Cartaginesi.
Fu lei ad allevare Achille Figlio di Peleo, re dei Mirmidoni e della Nereide Teti. È consacrato come l'eroe per antonomasia. Quando nacque, Teti per renderlo immortale lo immerse nelle acque del fiume Stige tenendolo per i talloni rimanendo così l'unica parte vulnerabile dell'eroe. La Nereide informata dall'oracolo che... Leggi nell’antro di Chirone.


Crediti

   • Φιλύρα •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Nome della madre del centauro Chirone, che fu amata da Crono sotto forma di cavallo, o lei stessa si mutò in giumenta (Apollod. Bibl. 1, 2, 4), donde la forma ibrida del centauro.
Significa “tiglio”, fitonimo del quale l’etimologia non è chiarita. L’ipotesi di Strömberg (Griechische Pflanzennamen, p. 119) è che si tratti di un composto di φίλος, “amico” e di ὕρον, “sciame”, col significato di “che ama le api” quindi “i cui fiori attirano le api”; una conferma potrebbe derivare dall’analogo latino apium, “appio”, “sedano d’acqua”, cioè “pianta delle api” (cfr. Ernout-Meillet, DELL, s. v.).


Crediti

   • Φιλύρα •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Si diviene animale solo molecolarmente
20% FrammentiGilles Deleuze
Si diviene-animale soltanto se, attraverso mezzi ed elementi qualunque, si emettono corpuscoli che entrano nel rapporto di movimento e di stasi delle particelle animali o, il che è lo stesso, nella zona di vicinanza della molecola animale. Si diviene anim⋯
La mia vita non pesa
19% Octavio PazPoesie
Quest’ora ha la forma di una pausa La pausa ha la tua forma Tu hai la forma di una fontana non d’acqua ma di tempo In cima allo zampillo della fonte saltano i miei pezzi: fui sono non sono ancora La mia vita non pesa Il passato si assottiglia Il futuro è ⋯
Il flâneur moscovita
18% PoesieSergej Esenin
Non sono un malfattore e non ho rapinato nel bosco, Non ho fucilato degli infelici nelle prigioni. Sono solo un perdigiorno di strada, Che sorride alle facce che incontra. Sono uno sfaccendato insolente moscovita. In tutto il rione Tverskoj Ogni cane nell⋯
Zeus finanziere
18% Alberto SavinioFrammenti
È la breve storia di Zeus, il re dei politeisti, fattosi – senza magari volerlo – tiranno monoteista e per ciò spodestato, giustamente spodestato da uno scuro ebreo di Palestina… Consideriamo Zeus. Gli occhi grassi e come velati di sogno (ma sogno non è⋯
L’asino in pena
18% Edmond JabèsPoesieSchiele Art
Un asino era davvero in pena a raccontare la sua vita d’asino al bel cavallo bianco che lo sdegnava. «Esprimiti come un cavallo», gli diceva il cavallo. E l’asino gli rispondeva: «Non posso che esprimermi come un asino: lo sono. » Ma irritato il cavallo g⋯