1) Re di Salmidesso, nella TraciaEroina eponima della Tracia, figlia di Oceano e Partenope. Deriva da θρᾴξ, θρᾳκός, che è un nome di popolo senza etimologia, secondo Chantraine (DELG, s. v. Θρᾴξ). Carnoy (DEMGR) ritiene che si possa trattare di un derivato dell'indoeuropeo *treus, "essere fiorente", dato che nella... Leggi, venne privato dagli dèi della vista per avere, a sua volta, accecato i figli in seguito a una falsa accusa rivolta loro dalla matrigna Idea. Divenne un famoso indovino.
Fu perseguitato dalle ArpieMostri con testa, busto e braccia di donna e il resto del corpo di uccelli rapaci con ali e artigli. Erano figlie di Taumante e di Elettra. Esse ricorrono anche nella legenda degli Argonauti che le misero in fuga. I loro nomi erano Celeno... Leggi che a ogni pasto gli strappavano il cibo di bocca e insozzavano la tavola con i loro escrementi. Era Zeus ZeusIn tutta la tradizione letteraria greca, e successivamente nel mondo latino dove assunse il nome di Giove, Zeus appare come il più importante e potente tra gli immortali, colui al quale tutti devono obbedienza. Per sua volontà il bene e il male era distribuito... Leggi a inviarle, perché Fineo aveva osato svelare ai mortali il sacro pensiero del signore dell’OlimpoEra la montagna sulla quale gli dèi avevano la loro sede. È alta tremila metri e fa parte alla catena montuosa che si estende tra la Tessaglia e la Macedonia. Con la sua cima ricoperta di nevi in inverno è nella sua base prosperoso... Leggi. A liberarlo dai mostri furono gli Argonauti Erano i cinquantadue eroi Greci partiti nel lunghissimo ed interminabile viaggio alla conquista del Vello d'oro. Capo supremo della spedizione era Giasone, seguono: Tifi, Ergino, Eufemo, Idmone, Mofo, Acaste, Anfiarao, Admeto, Anfidano, Anfione, Anceo, Argo, Asterione, Asterio, Augia, Bute, Castore, Ceneo, Cefeo, Clito, Echione,... Leggi.
2) Zio e promesso sposo di Andromeda Figlia di Cefeo re dell'Etiopia (indicava i paesi a sud dell'Egitto e genericamente l'Africa) e di Cassiopea. Essendosi la madre vantata che la figlia superasse in bellezza le Nereidi, queste risentite si rivolsero a Poseidone perché punisse l'oltraggio avuto e Poseidone mandò un mostro... Leggi, pietrificato dalla vista della testa di Medusa Una delle Gorgoni, l'unica mortale delle tre, figlia delle divinità marine Forco e Cheto. Era in origine una bella fanciulla, ma le sue chiome vennero tramutate in serpenti da Atena che volle punirla per essersi concessa a Poseidone in uno dei templi dedicati alla... Leggi mostratagli da Perseo Figlio di Danae e di Zeus e nipote di Acrisio re di Argo. Dato che Polidette considerava d'impaccio per le sue intenzione poco oneste nei confronti di Danae pensò di toglirselo dai piedi spingendo il giovane ad imprese impossibili. Perseo con l'incoscienza della gioventù... Leggi.


Crediti

   • Φινεύς •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
Nome di diversi personaggi: 1. uno dei cinquanta figli di Licaone, re d’Arcadia (Apollod. Bibl. 3, 8, 1); 2. un fratello di Cefeo e zio di Andromeda, figlio di Belo e Anchinoe (Apollod. Bibl. 2, 1, 4); 3. il piú famoso è il re di Tracia, figlio di Agenore o di Posidone (Apollod. Bibl. 1, 9, 21), cieco e dotato di virtú profetiche, che era tormentato dalle Arpie e fu liberato dagli Argonauti (Apollon. Rhod. Argon. 2, 173 ss.; Pausan. 3, 18, 15; 5, 17, 11).
Si tratta di un nome di difficile interpretazione, per cui varie sono le ipotesi: 1) secondo Carnoy (DEMGR) potrebbe derivare da φίνις (= φήνη), uccello rapace non ben identificato (“avvoltoio egiziano”), visto che le arpie avevano aspetto di avvoltoi (si veda D’Arcy-Thompson, A Glossary of Greek Birds, p. 303); 2) potrebbe trattarsi dell’eponimo di Φίνειον, località del Ponto (Bosshardt, Die Nomina auf -εύς, § 350); 3) non sembrano fondate le ipotesi di Room (Room’s Classical Dictionary, pp. 245-46) che derivi dal verbo φθίνω, “declinare, consumarsi” o dall’ebraico pi, “bocca” e nahash, “colui che fischia”, col significato di “bocca di serpente” o “tentatore”.


Crediti

   • Φινεύς •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Chi è Stato?
22% FilosofiaFriedrich Nietzsche
Stato si chiama il più freddo di tutti i freddi mostri. Freddo anche nel mentire; una menzogna che lingueggia dalla sua bocca: ‘Io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi, lo Stato, sono il popolo’.
Babbo Natale giustiziato
17% Claude Lévi-StraussLibri
Babbo Natale è vestito di scarlatto: è un re… Ma in quale categoria bisogna collocarlo dal punto di vista della tipologia religiosa? Non è un essere mitico, poiché non c’è mito che renda conto della sua origine e delle sue funzioni; e non è nemmeno un p⋯
L’incubo dei rimpianti
15% AforismiJean-Paul Sartre
Ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi un bambino, cioè uno di quei mostri che gli adulti fabbricano con i loro rimpianti. • Jean-Paul Sartre • • • • • Pinterest • •
La miscredenza
14% Albert CaracoPercorsi
Quando gli uomini si persuaderanno che i loro figli saranno più infelici di chi li ha generati e i figli dei loro figli ancora più infelici, quando si persuaderanno che non vi è più rimedio nell’universo, che la scienza non farà miracoli e che il cielo è ⋯
Tutta la mia vita
14% EstrattiGiusi Ferrari
Il mio prato è bianco come la purezza dell’aria che respiro. E tu arrivi a bastonare i miei figli e a rubare la morbidezza dei loro corpi ancora coscienti, bianchi come questo prato. E tu compri la loro innocenza rigata di sangue, ancora animata dalle nos⋯