Originaria di Tespia (in Beozia) fu modella di Prassitele e sua amante. Forse fu anche modella di Apelle per la realizzazione del quadro di Venere AnadiomeneAggettivo di Afrodite in riferimento alla sua nascita. La parola vuol dire sorta dal mare.... Leggi.
Fu ritratta dallo scultore in due statue (una era la Venere di Cnido.), per la cui dedica fu accusata di empietà e difesa nel celebre processo dall’oratore Iperide che ottenne l’assoluzione semplicemente col mostrarla ai giudici del tutto nuda.

Con gli occhi chini, vergognosa in volto
Ai giudici dinanti, ecco, sta Frine
Trepida, il mesto guardo in sé raccolto,
Il caro viso sopra il sen recline.
Sulle candide spalle erra disciolto
Molli effondendo brame il lungo crine,
Ah! s’ella talor guarda, il popol folto
Freme al fulgor di sue luci divine.
Ma a risvegliar ne’ giudici pietate
Di Frine i veli lacerò il patrono (Iperide)
E nuda aperse la gentil beltade.
Con quella dolce mostra attutì l’ire
Di quei severi, e disse: a chi fe’ dono
Cotando un Dio ah! no, non può morire.

Crediti
   •  Φρύνη  •
 • Miti3000
 • Mitologia e dintorni
Similari
Cognizione delle cose divine
18% Doré GalleryFrammentiGiovanni Vincenzo Gravina
Nell’origin sua la poesia è la scienza delle umane e divine cose, convertita in immagine fantastica ed armoniosa. La quale immagine noi, sopra ogn’altro poema italiano ravvisiamo vivamente nella Divina Commedia di Dante, il quale s’innalzò al sommo nell’e⋯
Verbo all’infinito
18% Paolo PolvaniPoesieSchiele Art
Tu sei quella nuda sul lenzuolo, la tua pelle è un verbo all’infinito. Tu sei l’allegria che ride e qui sei nuda e buona, e io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi con te non sono uno, divento le città, gli alberi del tuo giardino entrano nella mia voce.
Un oceano fra di noi
17% Henry MillerSchiele Art
e per quanto siano fervide le mie preghiere, per quanto disperato il mio desiderio, c’è un oceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi fra di noi; là starà ella a far la fame, e qui io camminerò da una strada all’altra, con le lacrime cocenti che mi bruciano il viso. • Henry Miller • • Tropi⋯
Ero come una sorgente
16% Jacques PrévertPoesieSchiele Art
Ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi nuda tra le sue mani sotto la gonna alzata nuda come non mai. Il mio giovane corpo era tutto una festa dalla punta dei miei piedi ai capelli sulla testa Ero come una sorgente che guidava la bacchetta del rabdomante Noi facevamo il male il male era fat⋯
Beffa alla miseria
15% Piero CalamandreiSocietà
“La legge è uguale per tutti” è una bella frase che rincuora il povero, quando la vede scritta sopra le teste dei giudici, sulla parete di fondo delle aule giudiziarie; ma quando si accorge che, per invocar la uguaglianza della legge a sua difesa, è indis⋯