Figlio di AmiclePadre del giovane Giacinto tanto caro ad Apollo.... Leggi e di Diomeda per la sua grande bellezza fu amato da Apollo ApolloSenza dubbio dopo Zeus, Apollo è il dio più importante della mitologia greca. Il mito di Apollo è legato a quello di Artemide (sorella gemella di lui) con le differenze sessuali ed ha un carattere parallelo. Latona sedotta da Zeus pellegrinò a lungo sulla... Leggi e da Zèfiro. Un giorno mentre Apollo e Giacinto giocavano al lancio del disco Zèfiro ingelosito fece deviare il disco che colpì al capo Giacìnto uccidendolo. Apollo disperato per la morte dell’amicoFiglio di Poseidone, grande pugile e re dei Bebricioni. Col suo popolo abbandonò la Tracia per stabilirsi in Bitinia, dove allettando le genti con giochi e pubblici divertimenti, le attirava in una foresta dove le derubava ed uccideva. Amico fu ucciso da Polluce e... Leggi per rendere immortale il ricordo lo mutò nel delicato fiore che ne porta il nome.


Crediti

   • Ὑάκινθος •
 • Autori Vari •
 • Dizionario dei miti e dei personaggi della Grecia antica •
 ⋯ 1) Qui ci troviamo di fronte a un piccolo dilemma: figlio di Amicla e di Diomeda? (Apollodoro – Biblioteca III, 10) o figlio di Clio e di Piero? (Apollodoro – Biblioteca, I, 3) o figlio di Ebalo? (Igino – Miti, 271).
Il cantore TamiriFiglio di Filammone e della ninfa Argiope. Tamiri era di eccezionale bellezza, e suonava la cetra con maestria: tanto che osò sfidare le Muse in una gara musicale. I patti erano questi: se Tamiri avesse vinto, avrebbe potuto fare l'amore con tutte le Muse,... Leggi si innamorò di lui e fu questo il primo amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi omosessuale nella storia del mito.
Per la sua grande bellezza anche Apollo e Zefiro Il Vento occidentale, figlio del titano Astreo e di Eos. Accolse Afrodite alla sua nascita e la portò prima a Citera, poi a Cipro, e fu lo unico vento lasciato libero da Eolo perché spingesse la nave di Ulisse verso Itaca. Rapì Flora, che... Leggi, si innamorarono di lui.
Un giorno mentre Apollo e Giacinto giocavano al lancio del disco Zefiro, ingelosito, fece deviare il disco che colpì al capo Giacinto uccidendolo.
Apollo disperato per la morte dell’amico, per rendere immortale il ricordo, lo mutò nel delicato fiore che ne porta il nome.

Frodato del fiore di giovinezza, tu, Ebàlide, ti spegni – diceDea della Giustizia, detta anche Astrea, figlia di Zeus e Temi, fu considerata il principio fondamentale per lo sviluppo di ogni società civile. Era una delle Ore, stanca degli errori degli uomini si trasferì in cielo diventando la costellazione della Vergine.... Leggi FeboEpiteto di Apollo. dal greco foibos: splendente. Con questo nome veniva spesso indicato anche Elio FEDRA figlia di Minosse e di Pasifae, moglie di Teseo, re di Atene. Innamorata del figliastro Ippolito e da lui respinta, lo calunniò presso il marito, che lo fece... Leggi – ed io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi vedo questa tua ferita che mi accusa.
Specchio del mio dolore, questo sei! Colpevole della tua morte è questa mano mia, a ucciderti io sono stato!
Ma è una colpa la mia?
Sempre che si possa chiamare colpa l’aver giocato, o chiamare colpa l’averti amato.
Oh, se potessi almeno pagare con la vita e con te morire!
Ma poiché la legge del destino me lo vieta, sempre nel cuore t’avrò e sempre sulle mie labbra sarai…
…ecco che sangue più non è, e un fiore più splendente della porpora di Tiro(in gr. Tyro), nella mitologia greca, figlia di Salmoneo e Alcidice, amata da Posidone, da lui ebbe i gemelli Pelia e Nelia. Secondo un'altra tradizione sposò il dio fluviale Nipeo, generando Neleo, secondo altri, sposò Creteo, con cui generà Esone, Fere e Amitaone.... Leggi spunta, prendendo la forma che hanno i gigli, solo che purpureo è il suo colore, mentre argenteo è quello del giglio.
Non ancora contento, Febo, autore di questo onore a Giacinto, verga sui petali di propria mano il suo lamento: AI AI, così sul fiore è scritto, lettere che esprimono cordoglio… (Ovidio, Metamorfosi X, 162 ss.).

2) Era originario di Sparta, la sua più grande sfortuna fu trasferirsi ad Atene nel periodo in cui Minosse l’aveva assediata. Ad Atene, per volere di Zeus (padre di MinosseFiglio di Zeus e di Europa. La madre dopo essere stata abbandonata da Zeus sposa Asterio re di Creta, alla morte di costui pretese la successione al trono, perciò prego Poseidone che gli mandasse egli stesso la vittima da sacrificare per la sua incoronazione,... Leggi), era scoppiata un’ epidemia. Gli ateniesi seguendo un oracolo, sacrificarono sulla tomba del ciclope Geresto, Anteide, Egle, Litea e Ortea, figlie di Giacinto (Per approfondimenti Pausania 3, 19, 4-5; Luciano, Dialoghi degli dèi 14).


Crediti

   • Ὑάκινθος •
 • Miti 3000 •
 • Mitologia e dintorni •
Giovane amato da Apollo e morto colpito dal disco lanciato dal dio (Apollod. Bibl. 1, 3, 3; 3, 10, 3 ss.).
Secondo Chantraine (DELG) la forma originale di questo nome è ἄκινθος, trascritta in ionico Ὑάκινθος; probabilmente si tratta di un prestito da una lingua egea, parallelo a quello del latino uaccinium, “mirtillo” (cfr. Ernout-Meillet, DELL, s. v. uaccinium). Sono invece inaccettabili le etimologie pelasgiche proposte da Hester (“Lingua” 13, 1965, pp. 366-67) di derivazione dalla radice *əeg- (cfr. ὑγρός, “umido”, ipotesi presa in considerazione anche da Carnoy, DEMGR), oppure da *suek-, “dolce, piacevole”, o da *suo-gentos, “creato da sé”.


Crediti

   • Ὑάκινθος •
 • DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Chi perde ha la colpa di avere perso
18% Franz HinkelammertIdee
Il mercato, come meccanismo di funzionamento, è ora l’istanza di colpevolezza di tutti. Lo stress è uno dei peggiori problemi di questa costante colpevolezza. Bisogna accumulare, bisogna affrettarsi, bisogna vincere. Chi perde ha la colpa di avere perso. ⋯
Scoprire la colpa
18% Schiele ArtSøren Kierkegaard
Volgendosi verso se stesso, il genio scopre la colpa. Più il genio è grande e più profondamente scopre la colpa. Che questa sia una follia per la mancanza di spiritualità, è una cosa che mi fa piacere e lo considero come un segno felice. Il genio non è al⋯
La mia vita nei tubi della sopravvivenza
18% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Poiché ero Nella mitologia greca, sacerdotessa di Artemide a Sesto; innamorata di Leandro, si suicidò quando questi annegò mentre si recava a nuoto da lei attraverso lo stretto dell'Ellesponto Èro e Leandro, (lett.) titolo di un poemetto greco in esametri di Museo (secc. IV-V d.C.). Leandro... Leggi un pigmeo, giallo e di gradevole aspetto e poiché ero accorto e per niente propenso a farmi torturare in un luogo di lavoro o in una cella ovattata, mi misero all’interno di questo disco volante e mi dissero vola e va incontro al tuo destino. M⋯
Si diviene animale solo molecolarmente
17% FrammentiGilles Deleuze
Si diviene-animale soltanto se, attraverso mezzi ed elementi qualunque, si emettono corpuscoli che entrano nel rapporto di movimento e di stasi delle particelle animali o, il che è lo stesso, nella zona di vicinanza della molecola animale. Si diviene anim⋯
Rottura per Rottura…
17% Aldo BusiFrammenti
Quasi quattro secoli fa, nel 1607, Giovanni Diodati interpretò alla lettera l’intuizione scritturale di Giordano Bruno “La Sacra Scrittura non è che un sogno” fiammeggiante intuizione freudiana che gli meritò i fasti del rogo (un’invidia!). Mentre la Bibb⋯