1. una delle figlie di Danao e di Polissò; sposò un figlio di Egitto, il suo cugino Potamone, e lo uccise la notte delle nozze, Apollod. Bibl. 2, 1, 5, cfr. Hygin. Fab. 179, 4; 2. figlia di Xanto, uno dei nomi possibili della madre di Ecuba, secondo alcuni autori (ἔνιοι), (Schol. ad Eur. Hec. 3). Composto dall’aggettivo γλαυκός “grigio azzurro”, miceneo ka-ra-u-ko (cfr. Glauco Figlio di un pescatore della Beozia, un giorno vide che i pesci da lui presi se posati su una certa erba riprendevano, la vita e il movimento. Allora provò a mangiarla e si ritrovò trasformato in divinità marina. Amava Scilla e per farla sua... Leggi) e di ἵππος, “cavalla”, molto usato nell’onomastica femminile e maschile, cfr. Leucippe1. una delle Ninfe che accompagnavano Persefone nella "raccolta di fiori" in Sicilia durante la quale fu rapita da Ade (Hymn. Cer. 418). 2. sposa di Laomedonte troiano, madre di Priamo, secondo alcune tradizioni (Pherec. Fr. 136c** Fowler, = Tzetz. Il. 38, 11). 3.... Leggi, Melanippe1. nome di una delle figlie di Eolo, madre di Beoto, ne parla Euripide in due tragedie perdute; 2. una sorella di Ippolita, la regina delle Amazzoni, Diod. Sic. 4, 16, 3-4; catturata da Eracle, fu liberata in cambio della famosa cintura, Apollon. Rhod.... Leggi, Xantippe1. Figlia di Doro, moglie di Pleurone e madre di Agenore (Apollod. Bibl. 1, 7, 7). 2. Un'altra Xantippe, figlia di Micone, avrebbe nutrito col suo latte il padre incarcerato, (Hygin. Fab. 253, 3). Deriva da ξανθός, "biondo", e ἵππος, "cavallo"; significa quindi "dal... Leggi, AganippeFiglia di Permesso (dio fluviale), fu mutata in fonte da una zampata di Pegaso. Le sue acque avevano la virtù di rendere poeta chi la beveva. Ecco perché le Muse erano anche dette Aganippòe.... Leggi, AlcippeFiglia di Aglauro e di Ares., etc.; significa dunque “cavalla grigia“.

Crediti
   •  Γλαυκίππη  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
La costola in meno
18% AnonimoSchiele Art
Un giorno la polizia mi troverà a danzare sulla carcassa sanguinolenta di quel tirocinante che credeva si potesse distinguere uno scheletro maschile da uno femminile per la costola in meno.
Il femminismo non è femmina
18% Fabrice HadjadjPercorsi
Oggi la sessualità è sempre concepita in modo fallico. La dimensione femminile della sessualità tende a scomparire. Anche il femminismo, in gran parte, si è dispiegato come rivendicazione di valori maschili da parte delle donne. Non si è ancora visto un f⋯
Dimensione della ingovernabilità
15% Massimo RecalcatiPsicologia
Jacques Lacan afferma che la donna per un uomo è sempre l’ora della verità. È l’ora della verità perché effettivamente espone l’uomo di fronte a qualcosa che egli non può governare. Possiamo chiamare questa dimensione della ingovernabilità il “senza fondo⋯
Lettera d’amore di un filosofo
12% Friedrich NietzscheTesti
Lou, che io Figlia di Inaco, primo re di Argo, amata da Zeus e da lui trasformata in vacca. La bella Io, principessa di Argo, fu amata da Zeus che si unì a lei avvolgendola in una fitta caligine. Il fatto non sfuggì alla sospettosa Era che,... Leggi soffra molto è irrilevante, rispetto al problema che hai tu mia cara, cioè, che non sei in grado di ritrovare te stessa. Non ho mai incontrato una persona più povera di te: Ignorante ma con molto ingegno, perché in grado di sfruttare al meglio⋯
La Favola di Orfeo
12% Agnolo PolizianoMediaPoesie
Dunque piangiamo, o sconsolata lira, ché più non si convien l’usato canto. Piangiam, mentre che ‘l ciel ne’ poli agira e Filomela FilomelaFiglia di Pandiòne re d'Atene e di Zeusippe e sorella di Procne. Procne aveva sposato Terèo re di Tracia dal quale aveva avuto un figlio, Iti. Volendo rivedere la sorella alla quale era molto attaccata pregò il marito affinché si recasse ad Atene a... Leggi ceda al nostro pianto. O cielo, o terra, o mare! o sorte dira! Come potrò soffrir mai dolor tanto? Euridice Diversi personaggi ebbero questo nome: 1) Madre di Laomedonte. 2) Madre di Danae. 3) Madre di Alcmena. 4) ninfa della Tracia, moglie di Orfeo. Inseguita un giorno dal pastore Aristeo che ne era invaghito, fu morsa da un serpente e morì. Orfeo discese allora... Leggi mia bella, o vita⋯