Abitante di Trezene che tentò di usare violenza a Tiresia mentre era una donna e che fu da costei ucciso (Eustath. ad Hom. Il., 1665, 48 ss.).
Il nome deriva dal verbo γλύφω, “scolpire” e significa dunque “scultore”.

Crediti
   •  Γλύφιος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Togli tutto il superfluo
20% FilosofiaPlotino
Se non vedi ancora la tua propria bellezza, fai come lo scultore di una statua che deve diventare bella: toglie questo, raschia quello, rende liscio un certo posto, ne pulisce un altro, fino a fare apparire il bel volto della statua. Allo stesso modo anch⋯
Il nome della non-verità
13% FilosofiaJacques Derrida
Non si dà essenza della donna in quanto la donna (si) apre/allontana spontaneamente. Essa inghiotte, deforma dal profondo, senza fine, senza fondo, ogni essenzialità, ogni identità, ogni proprietà. Ormai accecato, il discorso filosofico si inabissa – si l⋯
Progresso della donna?
13% Friedrich NietzscheSocietà
Il sesso debole non è mai stato trattato con tanto rispetto dagli uomini come al tempo d’oggi; il che dipende dalle tendenze e dai gusti democratici, come pure la mancanza di rispetto per i vecchi. Che meraviglia che la donna abbia subito abusato di quest⋯
L’amor tuo resti a me
12% TeatroWilliam Shakespeare
Volto di donna che Natura pinse hai tu, signore e donna del mio amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi: cuor di donna, ma dolce, che non finge mutevolmente come donna suole, occhio più ardente, che men falso gira e illumina ogni forma dove posa, uomo all’aspetto, che ogni aspetto vince e⋯
La donna certa
11% Italo CalvinoPercorsi
Corre e s’innamora il giovane, insicuro di sé, felice e disperato, e per lui la donna è quella che certamente c’è, e lei sola può dargli quella prova. Ma la donna anche lei c’è e non c’è: eccola di fronte a lui, trepidante anch’essa, insicura, come fa il ⋯