Nome della moglie di Atamante (Schol. ad Pind. Pyth. 4, 288).
Si tratta di un composto di γοργός, “terribile, feroce” e di -ῶπις, da ὄπωπα, che vuol dire “vedere”, e significa “dallo sguardo terribile”.

Crediti
   •  Γοργῶπις  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Se si potesse udire lo sguardo
25% Fernando PessoaPoesie
L’amore Per i Greci Eros, per i Romani Cupido, era rappresentato come un giovanetto nudo di grandissima bellezza armato di un arco col quale scagliava le infallibili frecce dalla cui ferita nasceva il mal d'amore. Era la personificazione della forza irresistibile che spinge gli esseri... Leggi, quando si rivela, non si sa rivelare. Sa bene guardare lei, ma non le sa parlare. Chi vuol dire quel che sente, non sa quel che deve dire. Parla: sembra mentire… Tace: sembra dimenticare… Ah, ma se lei indovinasse, se potesse udire lo sguardo⋯
Il cavaliere con l’armatura
21% DisegniFriedrich Nietzsche
Al riguardo un solitario sconsolato non potrebbe scegliersi un simbolo migliore del cavaliere con la morte e il diavolo, come lo ha disegnato Dürer, il cavaliere con l’armatura, dallo sguardo di bronzo, duro, che sa prendere il suo cammino terribile, impe⋯
La non verità pensa la verità
20% Emanuele SeverinoFilosofia
Affermare che la verità appare all’uomo è un modo di negare la verità. Perché lo sguardo umano, a cui la verità appare, è uno sguardo che, in quanto distinto dalla verità, è non verità. Dire «la verità appare all’uomo» significa dire «la non verità pensa ⋯
La purezza è compatibile con gli istinti più spaventosi
19% Emil CioranPercorsi
Provare impulsi distruttivi non vuol dire essere cattivi, vuol dire soltanto essere squilibrati. Si può essere buoni e mostri, angeli e assassini nello stesso tempo. La purezza è compatibile con gli istinti più spaventosi. Diffidate di tutti coloro che ha⋯
Vita in comune
17% Schiele ArtThomas Bernhard
La cosiddetta convivenza ideale è una menzogna e poiché la cosiddetta convivenza ideale non esiste, nessuno ha il diritto di pretenderla; contrarre un matrimonio, come stringere un’amicizia, vuol dire decidere di sopportare in piena consapevolezza una sit⋯