Figlio di Apollo e Calliope, sarebbe dunque fratello di Orfeo; personifica il canto triste (Schol. ad Pind. Pyth. 4, 313).
Questo nome significa infatti “lamento, canto funebre”; deriva dall’interiezione ἰή, mentre la parte finale è la stessa che si trova in κοάλεμος, “idiota, abbrutito”; probabilmente si tratta di un prestito (Chantraine, DELG, s. v. ἰάλεμος).

Crediti
   •  Ἰάλεμος  •
 • cfr. pagina web: DEMGOL •
 • Dizionario Etimologico della Mitologia Greca •
Similari
Gli eterni scolari
17% Egon SchieleSchiele Art
Dove gli exlibris hanno inizio, comincia il vivo, – dove gli “scolari”, i morti viventi. – Vita? – Vita significa sprizzare il seme, vita significa gettare il seme, disperderlo, per? – per altri poveretti forse, per eterni scolari. Oh -, gli eterni scolar⋯
Io eterno fanciullo
17% Egon SchieleSchiele Art
Dove gli exlibris hanno inizio, comincia il vivo, dove gli “scolari” i morti viventi. Vita? Vita significa sprizzare il seme, vita significa gettare il seme, disperderlo, per? Per altri poveretti forse, per eterni scolari. Oh, gli eterni scolari! Oh, gli ⋯
Se ci fosse davvero silenzio
17% Mimmo SammartinoPercorsi
Se ci fosse davvero silenzio si potrebbe udire, anche solo per un istante, il mormorio della terra. Forse echi d’oceanoSecondo Esiodo era figlio di Urano e di Gea. Invece per Omero, Oceano è il principio di tutte le cose. Egli è un dio fluviale con la particolarità di circondare tutte le terre e di sorgere da sè stesso e ritornare in sè stesso.... Leggi o memorie sotterranee di remote galassie o lamento di antenati tornati dal paese dei morti dopo aver consumato la polvere. Se ci fosse ⋯
La gente è proprio cattiva
14% Carlos Ruiz ZafónSchiele Art
Non cattiva. Idiota. È ben diverso. La malvagità presuppone un certo spessore morale, forza di volontà e intelligenza. L’idiota invece non si sofferma a ragionare, obbedisce all’istinto, come un animale nella stalla, convinto di agire in nome del bene e d⋯
L’accettazione della finzione
14% Anna Maria TocchettoSocietà
La Bibbia, non è un’opera di finzione in se stessa, poiché qualcuno, vi si è riversato scrivendola; dio non è mai esistito, ma questo non significa negare che sia esistito in un’opera di finzione e che come tale possa essere oggetto di discorso. Proprio p⋯